PADOVA, LA QUINDICENNE BRUGNOLO SALTA 12.32 NEL TRIPLO

La promettente veneziana, al debutto nella categoria allieve, si migliora di 19 centimetri. Eleonora Vandi domina i 3000 in 9’50”31. Feletto fa 8’35”79 nella gara in cui si rivede l’ottocentista Lahbi

Padova, 5 gennaio 2019 – Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) punta ad un inverno da protagonista negli 800, ma la sua stagione è iniziata oggi a Padova con un bel 3000: la marchigiana, da qualche stagione residente a Mogliano, nel Trevigiano, dov’è allenata da Faouzi Lahbi, ha fatto gara a sé dal primo all’ultimo metro, andando a chiudere in un promettente 9’50”31. Seconda, in 10’04”36, la diciassettenne Margherita De Mattia, appena entrata nella categoria juniores: si allena con la Vandi a Mogliano e non aveva mai corso così veloce neppure all’aperto. Un altro moglianese d’adozione, il campione italiano 2018 dei 3000 siepi, Leonardo Feletto, ha vinto i 3000 maschili in 8’35”79, dopo essere stato trainato per il primo terzo di gara dall’ottocentista azzurro Jacopo Lahbi, al rientro, anche se solo in veste di “lepre”, dopo un’assenza di quasi due anni (ultima gara a marzo del 2017). Abdou Morou Guene (Atl. Vicentina), al debutto nella categoria juniores, ha vinto i 60 in 6”90, rimanendo ad un centesimo dal personale del 2018. Tra le donne, bel progresso dell’under 23 Anna Polinari (Fondazione M. Bentegodi), specialista dei 400 ostacoli, scesa a 7”61 in finale dopo un 7”66 in batteria. Alle sue spalle, stesso tempo, 7”79, per Moillet Kouakou (Atl. Vicentina) e l’allieva Martina Guizzon (G.A. Bassano). Il campione italiano 2017 di decathlon, Jacopo Zanatta (Silca Ultralite), al rientro in gara dopo aver perso gran parte della scorsa stagione per infortunio, si è migliorato di un centesimo nei 60 ostacoli (8”34), dove al femminile si è imposta in 8”99 (dopo un 8”89 in batteria) la bellunese Noemy Petagna (Athletic Club Firex). Acuto infine dalla campionessa italiana cadette di prove multiple 2018, Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta), ancora quindicenne, che ha esordito tra le allieve con un eccellente 12.32 nel triplo, 19 centimetri oltre la sua miglior misura di sempre (12.13 outdoor), al culmine di una serie di salti che l’ha proiettata per tre volte oltre i 12 metri.

RISULTATI. MASCHILI. 60: 1. Abdou Mourou Guene (Atl. Vicentina) 6”90, 2. Michael Dwabena Kyereme (Gs Self Atl. Montanari Gruzza) 6”96, 3. Stefano Twumas Quarshie (Atl. Vicentina) 7”00 (6”96 in batteria). 3000: 1. Leonardo Feletto (Atl. Mogliano) 8’35”79, 2. Nicolò Olivo (Expandia Atl. Insieme Verona) 8’50”60, 3. Marco Braga (Atl. Mogliano) 8’57”44. 60 hs: 1. Jacopo Zanatta (Silca Ultralite) 8”34, 2. Andrea Berto (Trevisatletica) 8”58 (8”53 in batt.). Lungo: 1. Stefano Dolci (Fondazione Bentegodi) 6.62. JUNIORES. 60 hs: 1. Alessio Sommacal (Athletic Club Firex Belluno) 8”39, 2. Daniele Roverato (Ass. Atl. Nevi) 8”40. ALLIEVI. 60 hs: 1. Lorenzo Pezzolato (Gs Fiamme Oro Padova) 8”44. MASTER. SM35: 1. Filippo Biondi (Expandia Atl. Insieme Verona) 10”15 (10”14 in batt.). SM45: 1. Christian Marin (Atl. Riviera del Brenta) 9”37.

FEMMINILI 60: 1. Anna Polinari (Fondazione Bentegodi) 7”61, 2. Moillet Kouakou (Atl. Vicentina) 7”79, 3. Martina Guizzon (G.A. Bassano) 7”79. 3000: 1. Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) 9’50”31, 2. Margherita De Mattia (Atl. Mogliano) 10’04”36. 60 hs: 1. Noemy Petagna (Athletic Club Firex Belluno) 8”99 (8”89 in batt.), 2. Scilla Benussi (Atl. Riviera del Brenta) 9”25. Asta: 1. Bianca Marcolin (Team Treviso) 3.40. Triplo: 1. Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta) 12.32. ALLIEVE. 60 hs: 1. Gioia Scopel (Ana Atl. Feltre) 8”95, 2. Elena Baccarin (Vis Abano) 9”27.

RISULTATI

FIDAL – COMITATO REGIONALE VENETO
Ufficio Stampa
Mauro Ferraro
T. 338 2103931
E-mail: stampa@fidalveneto.it
Facebook: www.facebook.com/FidalVeneto
Twitter: @FidalVeneto

Potrebbero interessarti anche...