TITON E TESSARO SPLENDONO NELLA NOTTE DI PORTO VIRO

Michele Veronese, Porto Viro (Ro), venerdì 21 luglio 

PRONTO IL BEL SERVIZIO FOTOGRAFICO DI DIGITAL VIDEO 3

LE CLASSIFICHE

TUTTE LE FOTO DI SANTE CREPALDI

Una “Omaggio alla Serenissima” alla settima edizione che conferma tutto quello di buono che era stato proposto nelle edizioni precedenti: gara in notturna dai contenuti avvincenti, spettacoli di “contorno” ad animare anche chi non corre, organizzazione snella ed efficace che ha accontentato un po’ tutti. La novità 2017 era la non competitiva, e i camminatori, circa un centinaio, hanno risposto in buon numero andando a compensare il leggero calo degli atleti agonisti, comunque 250 all’arrivo nella quarta tappa del circuito “Adriatic LNG”. Due giri del percorso che va dal centro di Contarina al centro di Donada e ritorno: parte in testa il padovano Dylan Titon, che non sembra conoscere altra tattica che andare forte fin dal primo metro di gara. La forma dell’atleta di Assindustria Sport Padova, che aveva vinto a Solesino sabato scorso, sembra eccellente: al primo passaggio sembrano faticare Benazzouz Slimani ed il giovanissimo Daniel Turco, uno junior già capace di 15’,26” nei 5000 metri ed infatti, nel giro finale, Titon aumenta ancora e va a vincere in solitaria in 24’,08”, Slimani prova a resistergli ma arriva, quasi al passo, al secondo posto 24’,29” mentre è ottimo terzo Turco con 24’,50”. Quarto posto per il veneziano Matteo Gobbo, sempre più leader dell’Adriatic, stante anche l’assenza per infortunio di Angelo Marchetta. Un po’ di timore per il malore capitato nei pressi dell’arrivo del nostro Daniele Finotti, che era nei primi dieci, per fortuna subito dimesso dopo un controllo al Pronto Soccorso e tornato a salutare al termine della gara. Fa molto bene anche la vicentina Gloria Tessaro che, nel circuito, aveva già dominato la “Correre in Pineta” di Porto Viro e la “4 Passi per el Tajo” di Taglio di Po. Ampio il divario sulle avversarie per l’atleta della Polisportiva Dueville che coglie il tris vincendo in 28’,37” davanti a Sonia Marongiu (29’,15”) e alla romagnola Ana Nanu (29’,24”): “solo” sesta la capolista del circuito, Nadya Chubak che ora deve seriamente guardarsi le spalle dalla Tessaro, in grande rimonta. Sempre tra le donne molto bene un terzetto dell’AVIS Taglio di Po con Francesca Moscardo, Nicol Poncina e Sara Fusetti che si piazzano in fila dal 10° al 12° posto assoluto Sempre molto combattivi i veterani: nella graduatoria dai 50 ai 59 anni Sandro Verlich (Pod. Monselicensi) supera il vicentino Giovanni Bidese, ma entrambi arrivano tra i primi 10 assoluti. Tra gli over 60 torna ai livelli consueti, cioè alla vittoria, il nostro “big” del settore Maurizio Marchetti, che vince battendo il padovano Antonello Satta e Lorenzo Andreose, della Salcus, quest’ultimo non ancora nella forma di inizio anno, dove vinceva quasi tutto. Tra i gruppo AVIS vincente su Salcus e Porto Tolle, tante presenza tra i non competitivi anche per l’H24 di Cavarzere. Dicevamo tutto bene per lo svolgimento della gara con Denis Laurenti a sovraintendere praticamente tutto assieme a Maurizio Preti, gli amici dell’AVIS Taglio di Po e all’amministrazione comunale di Porto Viro. Premiazioni rapide con la presenza del sindaco di Porto Viro, Maura Veronese, del consigliere con delega allo sport, Michele Capanna e dell’assessore al commercio e turismo, Valeria Mantovan. Speaker della manifestazione, Michele Marescalchi, voce delle più importanti gare nazionali, riprese tv di Top Runners Tv, servizio fotografico di Digital Video 3, a breve disponibile su queste pagine.

Potrebbero interessarti anche...