OLTRE 700 SUL PODIO DELLA RUN FOR PARKINSON

Michele Veronese, Adria (Ro) 23 aprile

TUTTE LE FOTO DELLA GARA

Non passa anno che la “Run for Parkinson” di Adria, non segni una partecipazione da record: ieri, alla sesta edizione, la manifestazione podistica a carattere benefico ha segnato ben 719 iscritti, oltre un centinaio in più dei 610 registrati l’anno scorso. Non ci può essere soddisfazione, quindi, per Hatria Giallorossa ed il presidente Gian Felice Finotto, che ha allestito la manifestazione con l’aiuto e la collaborazione veramente di molti enti ed associazioni locali, tra i quali citiamo l’amministrazione comunale, i Podisti Adria, le “Mani in Pasta”, il gruppo Alpini, la FIDAS di Adria e Adria Shopping. Tutti uniti dall’unico intento di raccogliere fondi da devolvere alla “Associazione Parkinson Rovigo & Amici”. Noi del G.P. AVIS Taglio di Po siamo in un buon numero: io sono al “rientro” alle gare podistiche, dopo l’incidente, anche se non ancora nella vesti di atleta (per quello se ne riparlerà a settembre), ma è bello ritrovare tanti amici con i quali si è condiviso, spesso, la passione per il nostro sport preferito. E  sono stati tanti i podisti dei gruppi polesani (ma non solo), i camminatori e le famiglie che hanno animato la mattinata adriese. Poi la corsa, due o tre giri, a seconda delle singole capacità, di un bel percorso cittadino di poco meno di tre chilometri: primi, solo per la cronaca, visto il carattere assolutamente non competitivo della gara, i compagni della Salcus, Luca Favaro e Marco Piasentini, mentre l’americanina di Adria, Hannah Holmes, si conferma ancora prima nelle gare per beneficenza, come successo già alla “Parkinson” e alla “Adria Run” 2016. Sempre in corsa pure l’assessore allo sport di Adria, Federico Simoni che, al termine, ha premiato i gruppi più numerosi ed il concorrente più anziano, Vittorio Pizzo di Adria, che continua a correre a 83 anni compiuti.

Potrebbero interessarti anche...