A CORTE CAREZZABELLA CXR E TUMBO CHIUDONO IL PROGETTO ARA

Circa 250 i partecipanti che si sono ritrovati alla Corte Carezzabella di San Martino di Venezze n, nonostante il cambio all’ora legare e le previsioni meteo che davano pioggia: una bella risposta di podisti e camminatori che sono partiti, alle 9,30 dalla Corte alle 9,30 circa.
Due i percorsi allestiti, il corto di 5km e il lungo di 9km che hanno attraversato le corti Barbarighe e Ca’ Venezze, in un circuito misto asfalto- sterrato nelle campagne di S. Martino, con ritorno Corte Carezzabella dove, i partecipanti, prima di tagliare il tragurdo, hanno attraversato i recinti delle caprette, il pollaio e i frutteti di peschi.
All’arrivo ristoro a base di torte biscotti, succhi cioccolata e mele offerte da Corte Carezzabella, poi alcuni si sono trattenuti per l’”agriaperitivo” con prodotti a km 0 della corte.
Si ringraziano le varie corti che hanno permesso l’attraversamento delle loro proprietà e i volontari che hanno sorvegliato gli incroci e Tumbo, partner di CXR per il progetto ARA.

-In allegato il comunicato di Tumbo a chiusura del progetto.

TUMBO CHIUDE IL PROGETTO ARA. PERCORSI CREATIVI RURALI
Gran finale per il progetto ARA – Percorsi Creativi Rurali, ideato e realizzato da Tumbo nell’ambito del bando Culturalmente 2015 della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. A San Martino di Venezze, a Corte Carezzabella, Tumbo celebra la chiusura del progetto ARA con una giornata ricca di appuntamenti, che inizia dal mattino, con la Corri X Rovigo attraverso le capezzagne, e prosegue nel pomeriggio con lo spettacolo di suoni e luci realizzato dai partecipanti dell’ultimo workshop “Suonare la luce”.
La soddisfazione è percepibile tra gli organizzatori: attraverso un percorso articolato e il coinvolgimento di numerosi attori del territorio, il progetto ARA ha attivato un processo finalizzato a una nuova fruizione degli spazi rurali circostanti la città di Rovigo. Per farlo il progetto ha seguito due modalità: da un lato i workshop che hanno portato riflessioni e manifestazioni artistiche nelle aziende agricole partner del progetto, dall’altra le Corri X Rovigo tra le capezzagne, itinerari di corsa e camminate aperte a tutti.
“Con i workshop abbiamo toccato 4 ambiti diversi – spiega Sara Bacchiega di Tumbo – ci siamo focalizzati prima sulla progettazione nel territorio, passando poi allo storytelling multimodale interattivo legato ai suoni e alla restituzione di immagini, quindi a un approccio urbanistico con la mappatura territoriale per approdare, in ultimo, all’interazione suono-luce”.
Ogni workshop ha permesso alla azienda agricola ospitante di farsi conoscere e alle persone partecipanti di entrare e far temporaneamente parte di una realtà economica spesso sconosciuta.
Esperienza che è proseguita, su più ampio raggio, con le corse tra le capezzagne. Grazie alla preziosa partnership con Corri X Rovigo, infatti, sono stati organizzati 6 appuntamenti che hanno aperto, pur temporaneamente, altrettanti percorsi inediti. Sono stati tracciati e attraversati 6 tragitti tra le capezzagne, che sono la naturale prosecuzione di alcuni percorsi ciclabili urbani. “Le Corri X Rovigo-ARA, racconta l’architetto Michele Peretto che ha curato la definizione dei tracciati, hanno permesso di scoprire e valorizzare nuovi paesaggi che quotidianamente il nostro occhio percepisce in modo solo superficiale. Abbiamo voluto cambiare il punto di vista sulla campagna, elemento che fortemente contraddistingue il nostro territorio, e farla vivere in maniera semplice, con una corsa o una camminata che permettessedi comprenderne i ritmi e la stagionalità”.

Tumbo T: 347 8390860
Sede Universitaria CUR info@tumbo.it
Viale Marconi, 2 www.tumbo.it/ara
Rovigo

Potrebbero interessarti anche...