ZANATTA E DALLA MONTA’ PADRONI A NOVE. TITOLO PER LIVIERO, PRETI SFIORA IL TRICOLORE

LE FOTO DELLE GARE DI NOVE

Quarta ed ultima tappa delle campestre regionali, disputata a Nove, nel vicentino; il “Cross dei 4 Comuni” ha confermato l’incredibile crescita di partecipanti ai cross, già emersa nelle prime tre gare, con oltre 1100 atleti al via nelle varie prove. La campestre di ieri, oltre che a definire le graduatorie delle società venete, era valido anche come campionato regionale individuale assoluto e per tutte le categorie. Impegnate le nostre società, in modo particolare la Salcus di S. Maria Maddalena, che aveva già staccato il “pass” per le finali nazionali di Gubbio, e l’AVIS Taglio di Po, a cui non è riuscita l’impresa della passata stagione quando, alla prima partecipazione, colse un sorprendente 4° posto: le 

rivali, quest’anno, si sono attrezzate la i nostri club non sono tornati in Polesine a mani vuote. Partiamo dall’inizio con il via delle categorie maschili Master, dagli M35 agli M55: sui 6 km vince Massimo Cigana (Biotkna Marcon) in 20’,29” ma si comportano bene Federico Fabbris (AVIS Taglio di Po), 11° M40, i compagni Daniele Finotti, 6° tra gli M45 e Marino Scarpa, 16° tra gli M50, categoria dove Tiziano Trovò (Salcus) si piazza 17°. A ruota il via di tutte le categorie femminili e dei Veterani maschili: come nelle prime tre gare il copione sembra lo stesso: il big della Salcus, Lorenzo Andreose, a comandare la gara e il campione dell’AVIS Taglio di Po, Maurizio Marchetti ad inseguire. Solo che ieri, tra i due, si è inserito il veronese Alfonso Vallicella, ma la maglia di campione regionale è andata ad Andreose ed il bronzo a Marchetti. Altri due titoli per i nostri atleti nei Master: Adriano Liviero (AVIS Taglio di Po) vince per la quarta volta consecutiva e, come lo scorso anno, ma tra gli M65, porta a casa il titolo regionale: bis anche per Marino Silvestrin (Podisti Adria) che indossa la maglia di campione all’unica apparizione nelle campestri, dopo aver preceduto Giuseppe Castagna, dell’AVIS. Tra le donne il buon secondo posto di Carla Faggin (Salcus) tra le F55. Dopo il via dei Master tutte le partenze delle gare giovanili, uno spettacolo con i tantissimi ragazzi a dare tutto anche solo per un piazzamento. Buone le prove dei ragazzi della Confindustria Rovigo, con Antonio Oliva nei Ragazzi e Stefano Quadretti nei Cadetti: il rodigino Fabio Lodo, che l’anno scorso vinse il titolo proprio nei Cadetti, coglie l’11° posto tra gli Allievi, categoria nella quale è appena entrato con la maglia dell’Assindustria Sport Padova. A chiudere le gare degli assoluti: negli 8 km femminili si impone Laura Dalla Montà (Assindustria Padova) sulle vicentine Rebecca Lonedo e Gloria Tessaro: la migliore delle nostre è, ancora una volta, Erica Cazzadore, della Salcus, giunta 14ª. Netta supremazia ed ennesimo titolo, al maschile, per il “poliziotto” Paolo Zanatta che ha dominato i 10 km in 31’,35” precedendo il feltrino Lucio Sacchet (32’,20”) ed il veneziano Simone Gobbo (32’,29”). Sempre la Salcus a difendere i nostri colori ed i migliori sono Angelo Marchetta, 12°, e Michele Bedin, 21°. Intanto da Senigallia arrivano altre buone notizie per il sodalizio di Taglio di Po, sempre nella corsa campestre: Maurizio Preti coglie un bellissimo secondo posto ai campionati nazionali AICS disputati a Senigallia (An).

Potrebbero interessarti anche...