GALLIERA, SPETTACOLARE CAMPESTRE SUI PRATI DELLA “VILLA IMPERIALE”

Michele Veronese, Galliera Veneta (Pd), 8 gennaio

TUTTE LE FOTO DELLA GARA

Nell’ambiente podistico ci si lamenta spesso che la corsa su strada si sta sempre più invecchiando, che non si sono più i giovani che hanno voglia di far fatica … Basterebbe essere stati presenti alla prima prova delle campestri regionali a Galliera Veneta (Pd), per capire che, al contrario, se si guardano i giovani, probabilmente l’atletica ha un futuro roseo: ad appassionati di sport, come me, riempie il cuore vedere le spettacolari partenze delle gare giovanili dagli Esordienti agli Allievi, che vedevano da un minino di 120 ad oltre 200 ragazzi al via, che davano tutto fino all’ultimo metro per portare qualche punto in più alla propria società. E pure l’atletica polesana, in coda a tutte le graduatorie regionali, non ha certo fatto la parte della Cenerentola in questo 6° “Cross Villa Imperiale”. Fa molto freddo ma la giornata si presenta soleggiata: noi dell’AVIS Taglio di Po siamo in buon numero e ci giochiamo tutto nelle prime due gare dedicate ai Master: la prima, i 6 km, riservata alle categorie maschili da M35 a M55, vede per noi i buoni piazzamenti per Federico Fabbris, Aldo Penzo e Max Baldan. Io mi piazzo meglio del solito, 131° su 167 arrivati, ma Davide si conferma il solito “animale da gara”, visto che si piazza poco dietro di me, nonostante sia pieno di acciacchi: il tracciato di circa 2 km molto bello con un lungo tratto nel parco della Villa Imperiale di Galliera. Polesani assoluti protagonisti nel 2° via, quello dei 4 km per tutte le categorie Master femminili e per gli uomini da M60 in poi: unica presenza per la Salcus per Lorenzo Andreose, ma vale oro, visto che il portacolori del team di S. Maria Maddalena, fresco del passaggio di categoria, mette subito le cose in chiaro e prende il largo sugli avversari andando a vincere in 16’,05. Non riesce la rimonta, an nostro asso, Maurizio Marchetti che, pur a corto di condizione, arriva ad insidiare Andreose, per poi calare nel km conclusivo, conquistando, comunque, un bel terzo posto in 16’,14”dietro il trevigiano Luciano Gagno. Non torna nel Delta a mani vuote l’AVIS, che domina le categorie M70 e M75 con i successi di Adriano Liviero e Giuseppe Castagna e piazza Emily Tommasi e Sandra Tiozzo al terzo posto delle graduatorie F40 e F50. Poi seguono le partenze, bellissime, delle gare giovanili: per la Confindustria Rovigo eccellente il 6° posto nei Ragazzi per Antonio Olivo, poi Andrei Neagu, unico rappresentante del Discobolo, arriva 13° tra i Cadetti. La Confindustria Rovigo termina, così, un week end intenso che l’ha vista protagonista anche alle gare indoor di Padova, dove hanno ben difeso la maglia dell’AVIS pure Diego e Matteo Fusetto, nei 3000 metri. A chiudere le gare per gli Assoluti, con 7 km per il settore femminile e 10 km per il maschile: tra le donne vince la vicentina Rebecca Lonedo, tra gli uomini si impone Simone Gobbo con la maglia della nuova Tornado, società dello Zucca … Bene la prova di squadra della Salcus che arriva al terzo posto tra le donne (Francesca Dal Bosco, Cinzia Mattiolo, Simona Gavioli Giada Trisolini ed Arianna Tomaini) e primeggia al maschile con le “punte” Marchetta, Bedin e Haoul che trascinano la squadra che punta alle finali nazionali di Gubbio. Prossimo appuntamento con le campestri regionali il 29 gennaio a Vittorio Veneto

Potrebbero interessarti anche...