MARCO BONVENTO SALE ALLA GUIDA DELLA FIDAL DI ROVIGO

Rinnovo delle cariche per la FIDAL provinciale per il prossimo quadriennio olimpico: ultima, in ordine cronologico, tra le province del Comitato Regionale Veneto che ha visto salire alla presidenza il vicentino Christian Zovico. All’apertura il fiduciario dei Gruppo Giudici, Giorgio Ferro, ha letto la relazione del presidente uscente, Sergio Pascucci, assente per malattia, riassumendo quattro anni intensi che hanno toccato varie manifestazioni su pista su strada, passando per i campionati studenteschi e l’intenso lavoro del gruppo giudici, quest’ultimo destinato ad essere accorpato con altra provincia, visti i “tagli” effettuati a livello regionale, di anno in anno. Pascucci era salito alle cronache quattro anni fa per aver messo fine alla lunghissima presidenza di Provino Piva, che con i suoi 40 anni di mandato, detiene il record ai vertici di una federazione sportiva, difficilmente battibile. Si è passati alle votazioni con la presenza di tutti i rappresentanti delle società aventi diritto al voto, Confindustria Rovigo, Salcus S. Maria Maddalena, Podisti Adria ed AVIS Taglio di Po: nuovo presidente provinciale è stato nominato Marco Bonvento, che in consiglio provinciale avrà il presidente della Salcus, Luca Poletto, il nuovissimo presidente dei di Adria, Graziano Cagnin, subentrato da pochi giorni al dimissionario Claudio Rossi, al consigliere del sodalizio tagliolese, Michele Veronese e al consigliere della Confindustria, Umberto Rovini. Bonvento arriva da un triennio come delegato provinciale CONI, poi abbandonato per impegni politici, ed occupa ancora la vice presidenza sia del gruppo atletico rodigino che della Rhodigium Triathlon. In eredità arrivano ben 678 tesserati, in continuo aumento negli anni, non proprio pochi considerate le piccole dimensioni della nostra provincia. Pochi ma chiari i punti nel breve discorso d’insediamento, anche perché, il programma vero, Bonvento intende stenderlo assieme al nuovo consiglio provinciale: “la vera novità rispetto al passato è forse questa” – ha esordito il neo presidente – “ si rompe dopo oltre quarant’anni, l’egemonia del gruppo atletico Assindustria Rovigo, che decideva anche i vertici federali: questo è il primo consiglio scaturito dalla volontà dei club polesani”. I punti salienti sui quali si è soffermato Bonvento sono stati i seguenti;

ATTIVITA’ SU STRADA. In questi anni si è assistito all’esplosione del fenomeno running all’interno e al di fuori della FIDAL. Coerentemente con i dettami della FIDAL nazionale e regionale anche Rovigo non può trascurare il fenomeno. Oggi in Provincia di Rovigo, solo la Rovigo Half Marathon è gara FIDAL. Praticamente tutte le altre gare su strada si svolgono sotto l’egida di Enti di Promozione diversi. Obiettivo del Comitato è tentare di riportare parte dell’esistente all’interno dell’attività Federale, contribuendo altresì alla nascita di nuova attività su strada.

PISTA. L’attività Provinciale su pista è un anacronismo storico. Obiettivo del comitato entrante è creare un circuito di gare interprovinciale (Rovigo/Padova) che permetta agli atleti, anche a quelli più giovani, di trovare i giusti stimoli e le giuste motivazioni nella pratica agonistica dell’atletica leggera.

RAPPORTI CON IL COMITATO REGIONALE VENETO.Cogliere gli input provenienti dal Comitato Regionale a livello di Formazione, Progetti Scuola, Giudici, e applicarli sul territorio. Per fare questo serve uno stretto rapporto di collaborazione e di lavoro congiunto con i membri del comitato Regionale.

Dopo i complimenti dei presenti Bonvento ha dato appuntamento ai primi di gennaio per la prima riunione operativa del comitato provinciale FIDAL.

Potrebbero interessarti anche...