FANIEL E MONTRONE, SUCCESSI AL SOLE GELIDO DI CITTADELLA.

Michele Veronese, Cittadella (Pd) 18 dicembre

ALCUNE FOTO DELLA GARA

Non si ferma più il successo della “Maratonina della Città Murata”, disputata domenica mattina a Cittadella: solo all’11ª edizione, la mezza maratona della cittadina padovana ha superato abbondantemente i 2000 iscritti, con 1967 arrivati, ai quali si sono aggiunti i tanti partecipanti della non competitiva FIASP sui vari tracciati, che ha preceduto di un paio d’ore la prova agonistica. Fa veramente freddo a Cittadella prima del via, con il termometro che segna anche -4°, ma il bel sole che spunta sui podisti rende la mattinata quasi ideale per correre, e gli ottimi tempi dei “top runner”, ma pure i molti personali degli amatori, lo confermano. Prima del via, breve ma molto sentito il ricordo di Enrico Busatto, cui è stata intitolata la gara, triatleta e maratoneta locale di livello nazionale, scomparso da pochi mesi, proprio mentre si recava al lavoro di corsa. Molto bella la location, con la partenza e la logistica della gara, con moltissimi espositori, collocate nel centro storico di Cittadella: nella centralissima piazza Pierobon ci sono anche molti polesani, con la Salcus e l’AVIS Taglio di Po che sono i nostri gruppi più numerosi con più di 15 atleti a testa. Vittoria assoluta per l’italiano di origine etiope, Eyob Faniel (Venicemarathon Club), fresco debuttante in maratona, che ha tagliato il traguardo in 1h 04’,52” superando i keniani Julius Rono (1h 05’,33”) e Daniel Ngeno (1h 06’,32”). Tutto italiano il podio femminile con il successo della giovane pugliese Teresa Montrone: per la portacolori dell’Atletica Locorotondo un bel successo e l’ottimo tempo di 1h 16’,04”: sul podio pure Eleonora Bazzoni (Atl. Colleferro, 1h 17’,21”), seconda, mentre terza è giunta una vecchia conoscenza delle gare polesane, già due volte vincitrice della maratonina di Cittadella, la padovana Giovanna Ricotta (1h 19’,08”). Per gli atleti polesani i risultati migliori sono arrivati dalle categorie veterani: per l’AVIS Taglio di Po, Adriano Liviero si è piazzato al secondo posto tra gli M65 con il bel tempo di 1h 31’,05”: visto che Liviero è all’ultimo anno di categoria è facile attendersi grandi risultati nel 2017, con il passaggio tra gli over 70. Nella stessa categoria buon piazzamento anche per Luigi Callegaro, della Salcus, 13° con 1h 47’,58”: medaglia d’argento anche per un altro avissino, Giuseppe Castagna, un over 75 che corre ancora i 21 km attorno all’ora e 55’. Non sono finite qui le soddisfazioni per il sodalizio tagliolese che ha visto pure il terzo posto di Sandra Tiozzo tra le MF50, che ha confermato l’ottimo stato di forma con il tempo di 1h 37’,11”: gruppo AVIS che ha salutato calorosamente l’ultra maratoneta Nicola Zuccarello, che all’ultima corsa con la maglia rossa ha “accompagnato” un gruppo di compagni (ormai ex) arrivati attorno all’ora e 35’. Per la Salcus di S. Maria Maddalena ottimi tempi per Marco Zanella (1h 18’,28”) e Flaviano Codogno (1h 18’,40”), quest’ultimo 6° tra gli M40. E’ andata male, invece, ad Erica Cazzadore: per la recente vincitrice di una altra mezza importante, il “Memorial Cardinelli”, c’erano speranze di un buon piazzamento assoluto, vanificato da un inizio troppo veloce, poi pagato nella seconda parte della gara, con la Cazzadore che concludeva “accontentandosi” di 1h 37’,14”. Per quanto riguarda la mia prestazione, dopo la mezza di Voltana impiego quasi 5′ in meno, concludendo i 1h 42′,02″: peccato aver perso troppo tempo nel km iniziale, partendo troppo in fondo. Ho corso buona parte della gara con l’amico Aldo di Porto Tolle: ci siamo “tirati” a vicenda poi l’ho “perso” nei km finali quando abbiamo superato il gruppone dell’ora e 45′, poi lui è arrivato una trentina di secondi dopo di me. Molto bene anche Alberto che, dopo aver tolto 5′ al proprio personale a Voltana, ne ha tolti altrettanti a Cittadella arrivando poco dopo l’ora e 41′; se va avanti così il prossimo anno insidierà il cognato Zuccarello …. Un ottima prova organizzativa per i Maratoneti Cittadellesi, il gruppo anima della manifestazione: pur con qualche piccola sbavatura, tutto è andato per il meglio, nonostante l’alto numero di partecipanti. L’anno prossimo la gara si disputerà il 31 dicembre: se i partecipanti continueranno a crescere sarà necessario separare la prova competitiva dalla camminata.

Potrebbero interessarti anche...