“CORSA DELLE NOCI”, BIS PER RICCARDO TOSI, LA MAGON TRIONFA TRA LE DONNE

Michele Veronese, Borsea (Ro) 30 ottobre

LE CLASSIFICHE

PRONTE TUTTE LE FOTO DI STEFANO TEMPORIN E DI ROSSELLA FRANCAVILLA 

1-manuela-magon-pettorale-130-in-testa-alla-gara-femminileOttimo successo di partecipazione per la 12ª edizione della la “Corriamico – corsa delle noci”, disputata ieri mattina a Borsea. Molto bella la mattinata con un caldo sole, poco autunnale, con quasi 250 adulti al via della gara agonistica di 11 km, una trentina di ragazzi nella mini e molti camminatori non competitivi. Si parte con le gare per i ragazzi, 1000 metri per i più piccoli fino ai 9 anni, 2 km per i più grandi fino ai 17 anni: buon secondo posto assoluto per l’adriese Giovanni Suman, dietro l’imolese Lorenzo Poverelli, mentre tra le ragazze vince Emma Polichetti (Confindustria Rovigo). A seguire il via della gara per gli adulti con il percorso sempre gradevole, caratterizzato dal bel passaggio nel noceto dell’Azienda Valier: proprio nei prati del noceto, circa a metà percorso, i due rodigini, Riccardo Tosi (Assindustria Padova) e Luca Favaro (Rovigo Half Marathon) fanno il vuoto sugli avversari e vanno a giocarsi il successo nella parte finale. L’allungo decisivo è per Tosi che, così, fa il paio con il trionfo a Borsea nel 2015, precedendo Favaro ed il vicentino Edgardo Confessa. Tra i primi dieci assoluti buoni piazzamenti per altri atleti polesani con Dante Tognotto (Salcus) quinto, il rodigino Enrico Piga, sesto ed il favaro-guida-il-gruppo-davanti-a-confessa-e-tosiportacolori del nostro gruppo, Davide Corritore, settimo. Tra le donne la vittoria va, abbastanza agevolmente a Manuela Magon della Salcus, quarta l’anno scorso ma ieri in grado di tenere a bada l’atleta di casa, Sara Brusaferro, giunta seconda e la nostra bravissima Sandrina Tiozzo, sul terzo gradino del podio. Per noi buone prestazioni di Giacomo Bellan e del “montanaro” Enrico Bonati, per una volta sulle strade di pianura, attorno al ventesimo posto: peccato non ci fosse neppure una categoria per i veterani, visto l’elevato numero di over 50 al via della gara credo che sia una delle migliorie necessarie per le prossime edizioni. Per quanto riguarda la mia gara non è da annoverare tra le migliori: prima del via avevo persino dubbi sul fatto di portare a termine la gara visti i dolori al ginocchio sinistro a alla caviglia destra spuntati misteriosamente al sabato (vecchiaia?). Bene la caviglia, il ginocchio è stato dolorante per tutta la corsa che ho condotto, abbastanza regolare, sul passo dei 4’,50” al km in compagnia dell’amico Luca Poletto, img_3239con il quale, in corsa, abbiamo parlato dei progetti futuri della FIDAL e dei nostri club, e che ringrazio per avermi aspettato in un paio di occasioni, visto la mia precaria forma … Obbiettivo, per me, riuscire ad aumentare il chilometraggio per poter correre una mezza, magari a dicembre. Vicinissime le prime tre società nella graduatoria a loro riservata: prima la Discobolo Atletica Rovigo con 34 iscritti, davanti a Salcus S. Maria Maddalena (32 iscritti) e Confindustria Atletica Rovigo (29 iscritti). Bene l’organizzazione complessiva della manifestazione con la locale Pro Loco ad allestire la gara in collaborazione del comune di Rovigo: percorso ben presidiato, spogliatoi ed un buon ristoro, oltre alle veloci premiazioni, hanno garantito un buon servizio per gli atleti presenti. Domenica prossima si corre a Taglio di Po la “Quattro passi per …la solidarietà”, un evento organizzato dal nostro gruppo, con camminata, mini podistica e prova “cronometrata”, con l’intero ricavato destinato ad un progetto di ricostruzione nelle zone terremotate; cosa che, dopo le ultime drammatiche scosse, si rende sempre più necessaria.

Potrebbero interessarti anche...