“MEMORIAL BANZATO” CHE FINALE PER IL CIRCUITO “ADRIATIC LNG”!

LE CLASSIFICHE DELLA GARA DI CAVARZERE

LE CLASSIFICHE FINALI DEL CIRCUITO ADRIATIC LNG

TUTTE LE BELLO FOTO DI DARIO SICCHIERO

PRONTO IL SERVIZIO DI  GIORGIO BELLAN

cav4Alzi la mani chi, circa sei mesi fa, pensava ad un finale del 7° circuito ”Adriatic LNG” così equilibrato: dal resto nelle precedenti edizioni si arrivava verso il termine con le posizioni praticamente definite. Ha quasi dell’incredibile il doppio ex equo del settore assoluto maschile, con gli amici/rivali Michele Bedin ed Angelo Marchetta, compagni di squadra nella Salcus, a dividersi il successo conclusivo ed il nostro Davide Corritore raggiungere l’assente Michele Bombonati al sesto posto. Mattinata grigia ed umida a Cavarzere (Ve) ma non sono mancate le emozioni con il 9° “The Runner’s Day, Memoral Gian Pietro Banzato”: ancora una volta il ricordo di Gianpietro, grande sportivo e vigile del fuoco, ha trasformato la manifestazione in un giorno di festa. A partire dalle partenze delle gare dei più piccoli, veramente molti, divisi nelle varie categorie, che hanno invaso il centro cittadino poi seguiti dalla gara competitiva d 11,5 km cavcon oltre 330 partecipanti e la camminata non competitiva di circa 4 km, affollatissima. In testa alla prova agonistica si forma un terzetto con Angelo Marchetta a condurre assieme a Michele Bedin e all’italo marocchino Benazzaouz Slimani; i tre vanno di comune accordo fino ad un paio di km dall’arrivo e, dopo l’ultimo passaggio sulla zona del traguardo, si scatena la bagarre che veder prevalere Slimani in 36’,50” su Marchetta (37’,01”) e Bedin (37’,13”). Per quest’ultimo la gioia del primo posto nella speciale classifica dei Vigili del Fuoco. Anche la gara femminile, visti i punteggi prima di Cavarzere, rischiava di finire come la maschile: invece ci hanno pensato le due padovane, Sara Brombin e Laura De Marco ad animare al gara. La Brombin (Turristi Montegrotto) è stata per lunghi tratti in testa alla gara ma nel finale ha dovuto cedere il sempre-numerosa-lavis-taglio-di-popasso alla maggiore freschezza della giovane De Marco (Fiamme Oro) che ha iscritto per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro tagliando il traguardo in 43’,13”, precedendo di una trentina di secondi la Brombin. Alle loro spalle le attrici protagoniste del circuito, l’italo ucraina Nadya Chubak e la stellina del nostro gruppo, Viviana Zago: le due sono giunte, nell’ordine, terza e quarta, e hanno pensato più a difendere le posizioni che ha vincere, viste le precarie condizioni fisiche di entrambe, così la Chubak è andata a vincere per il secondo anno consecutivo l’”Adriatic” davanti alla Zago. Al quinto posto ancora bene Erica Cazzadore (Salcus) poi dal 7° al 12° ben quattro atlete in maglia AVIS Taglio di Po, sceso in massa nella cittadina della bassa veneziana, con Francesca Moscardo, Lucia Terlizzi, Sandra Tiozzo ed Emily Tommasi. Quest’ultima ha corso tutta la gara assieme al fratello Henry, primo cittadino di Cavarzere, che non manca mai alla prova agonistica nel proprio paese. Un grande plauso, non solo per atlete arrivate a vittoria-per-benazzouz-slimanipremio ma a tutte le donne che stanno rendendo grande il nostro gruppo nel settore femminile. Le categorie veterani hanno confermato la classe dei protagonisti assoluti di tutte le tappe: Sandro Verlich (Podisti Monselicensi) si è imposto per l’ottava volta in otto gare, nella categoria dai 50 ai 59 anni, superando atleti di livello quali il vicentino Giovanni Bidese, vincitore l’anno scorso, ed il cilentino Franco Vito: medesima situazione tra gli over 60 con il “cannibale” dell’AVIS Taglio di Po, Maurizio Marchetti, a vincere ancora sul compagno Ubaldo Zanetti e a Giovanni Bertazzo. Tra i gruppo primo posto ex equo per Baggiolina ed il gruppo “Alunni ed Amici della 4ª A”, terzo posto per l’AVIS Taglio di Po. Al termine sono arrivati a noi, che curavamo il settore iscrizioni/classifiche molti complimenti sia per la gara che per il circuito: li giriamo, ovviamente, a Stefano Girotto, che ha guidato la macchina organizzativa a Cavarzere assieme ai laura-de-marcoPodisti Adria e con la collaborazione dell’amministrazione comunale e di molte associazioni di Cavarzere, come pure a Maurizio Preti, ideatore e patron del circuito Adriatic. Per noi si è chiuso il primo lungo lavoro in questo settore: la velocità con la quale si sono svolte sia le premiazione della gara che quelle del circuito, ben condotte da Mario Brusco nonostante una marea di categorie, sono sintomo che tutto è andato per il meglio. Un ringraziamento a Siro e Lorenza che ci hanno assistiti, anche fornendoci beni di conforto, panini, bevande, cioccolate. Sul palco il direttore generale di Adriatic LNG, Adriano Gambetta e l’assessore allo sport di Cavarzere Paolo Fontolan a chiudere l’edizione 2016 del circuito “Adriatic LNG”: sembra lontana ma si è già iniziato a pensare all’edizione 2017 …..

Potrebbero interessarti anche...