GOBBO E DANIELI, CHE COLPI ALLA “TRA CALLI E RIVIERE”!

LE CLASSIFICHE COMPLETE DELLA GARA

LE CLASSIFICHE DEL CIRCUITO AGGIORNATE DOPO L’OTTAVA TAPPA

PRONTE OLTRE 600 FOTO DELLA MANIFESTAZIONE DI FRANCESCO LAZZARATO

4marchetta-davanti-a-bedin-e-gobboDecima edizione per la “Camminata tra calli e riviere“, disputata ieri mattina a Loreo, podistica valida come 8ª e penultima tappa del circuito “Adriatic LNG”. Una gara che ha confermato un ottimo livello di partecipazione, con 275 iscritti nella prova competitiva ed una settantina di camminatore: un po’ pochi i ragazzi nella mini marcia, una ventina, probabilmente scoraggiati dalle previsioni di pioggia. In realtà non ne è caduta neppure una goccia, pur rimanendo coperto: nei più grandi hanno dominato l’adriese della Confindustria Rovigo, Giovanni Suman ed Anna Mangolini, dell’Atletica Delta, mentre tra i più piccoli le vittorie sono andate a Gabriele Lodo (Confindustria Rovigo) ed Elena Crepaldi (Podisti Adria). Nella competitiva di 8 km presentazione in stile americano per i big del circuito e della gara con il bravo speaker, Stefano Adami, a chiamare per l’applauso, davanti a tutti, quelli che saranno poi, i protagonisti della corsa. Partenza veloce con i primi due giri di 2 km tra le vie del centro che danno la prima scrematura e gli ultimi 4 km, fuori paese, che delineano le posizioni definitive. 5_mg_5477In testa si forma un terzetto con il leader del circuito, Michele Bedin, il suo compagno della Salcus, Angelo Marchetta ed il veneziano Matteo Gobbo. Negli ultimi due km l’allungo decisivo di Gobbo (Due Torri Noale) che va a vincere in 25’,54” davanti a Marchetta (26’,01”) e Bedin (26’,09”). Tra i primi assoluti bene Davide Corritore (AVIS Taglio di Po), quinto, il rodigino Riccardo Tosi, sesto e Michele Bombonati (Salcus) ottavo. Ricca di colpi di scena la prova femminile, con alcuni cambi in testa alla gara: parte davanti la capofila del circuito, Nadya Chubak che poi, causa un problema alla coscia, lascia il posto a Sonia Marongiu, seguita a poca distanza da Alessia Danieli. La veneziana in forza al Due Torri di Noale, è quella che riesce a distribuire meglio le forze così la Daniele va a vincere in 30’,19”, pure con un discreto margine sulla Marongiu (31’,05”) mentre terza si piazza la beniamina di casa, Viviana Zago (AVIS Taglio di Po, 131’,27”) davanti alla costante Erica Cazzadore (Salcus, 32’,10”) mentre la Chubak è solo quinta. Copione già scritto tra i veterani maschili con i protagonisti delle due categorie del circuito (50/59 anni e “over 60”) che lasciano solo le posizioni di rincalzo agli avversari: così il monselicense Sandro Verlich domina nella prima davanti a Lorenzo Andreose (Salcus) ed il chioggiotto Fabio Marangoni, mentre il rodigino dell’AVIS Taglio di Po, Maurizio Marchetti vince 2_mg_5999precedendo il compagno Ubaldo Zanetti e Giovanni Bertazzo (Pod. Monselicensi). Nella classifica per club prima l’AVIS Taglio di Po davanti a Salcus. S. Maria Maddalena e Podisti Adria. Ancora una buona organizzazione per l’evento creato da Walter Bellato, che prova ogni anno ad inserire qualche novità nella gara, assieme al patron del circuito Maurizio Preti e la collaborazione dell’assessorato allo sport della città di Loreo, della Pro Loco, del gruppo Protezione Civile locale e molti altri volontari di Loreo. Presenti alle premiazioni il direttore generale dell’Adriatic LNG, 3beati-gli-ultimiAdriano Gambetta con il sindaco di Loreo, Moreno Gasparini, e l’assessore allo sport Stefania Erdmann, che ha corso tutta la gara e l’assessore al bilancio, Alberto Doni. Gran finale del circuito, domenica prossima, a Cavarzere (Ve), con il “Runner’s day, Memorial Gian Pietro Banzato“: ne vedremmo delle belle visto che sono apertissime le due graduatorie assolute con Bedin in testa con soli due punti davanti a Marchetta e l’identica situazione femminile, con la Chubak in leggero vantaggio sulla Zago.

Potrebbero interessarti anche...