42° TROFEO LIBERAZIONE

Daniele Trevisi, Fossanova San Marco (Fe), 15 maggio

IL BEL SERVIZIO FOTOGRAFICO DI ROSSELLA GRANDI

LE CLASSIFICHE DAL SITO UISP FERRARA

Fossanova 2016Trofeo Liberazione “baciato” dal sole con massiccia partecipazione di podisti ed alto livello atletico: sono le note salienti della gara podistica corsa a Fossanova San Marco. Tutto è andato per il meglio a partire dall’organizzazione egregia del GP Quadrilatero, con il meteo benevolo, uno dei tanti positivi ingredienti che hanno contribuito ad un altro successo di questa antichissima manifestazione podistica, nata nel lontano 1975 e giunta alla 42ª edizione, che ieri ha registrato la considerevole cifra di 800 iscritti, ed era valevole come prova del campionato provinciale di corsa UISP. Alle 9,30 precise sotto l’occhio vigile dei giudici di gara che hanno dato il via, si è snodato verso Ferrara il lunghissimo serpentone colorato dei podisti in gara con parecchi atleti di valore al via: sul percorso maschile di 11,5 km si è parlato marocchino con 3 atleti di questa nazionalità ai primi 3 posti. Al passaggio, dopo poco più di 4 km, Omar Choukri (dato comunque per favorito) aveva già fatto il vuoto e preso in mano le redini della gara, transitando con oltre 400 metri di vantaggio sul connazionale Karim Abderrhaim, che a sua volta ne aveva una cinquantina sull’agguerrito terzetto composto da Tocchio, Vaskovniuk e Agla che sembravano volerlo agganciare, cosa che invece non è avvenuta. Al terzo posto quindi ci si aspettava l’ucraino Vascovniuk, vincitore del “Giro delle Mura”, che invece è giunto solamente quinto battuto da Said Agla, che ha completato il podio degli atleti magrebini, e da un buon Massimo Tocchio. Ancora “con il binocolo in mano”, Rudy Magagnoli, che sta lentamente recuperando dopo un infortunio. Chaoukri, il vincitore, ha fatto registrare un grande crono (35′,58″) chiudendo con un tempo inferiore di 70 secondi a quello ottenuto da Magagnoli nel 2015. Anche la gara femminile ha avuto come vincente una “novizia” del “Trofeo Liberazione”, che ieri è stata la reggiana Rosa Alfieri, già seconda al “Giro delle Mura” del primo maggio, che ha battuto, non senza difficoltà, la plurivincitrice della gara, Nadiya Chubak, giunta seconda e più agevolmente su un’altra vincitrice di 3 edizioni, la veronese Stefania Disconzi. Alle premiazioni, oltre allo staff Quadrilatero, il dirigente dell’ufficio sport, l’ex campione ferrarese Fausto Molinari, che ha premiato anche il primo allievo e la prima allieva con il trofeo in memoria di Stefano Robustini, atleta Quadrilatero prematuramente scomparso. Venerdì sera nella pista di atletica di Ferrara si correrà la staffetta 6 x mezz’ora.

Potrebbero interessarti anche...