SLIMANI ALLA “RIVIERASCA” ARRIVA IL DOPPIO SUCCESSO IN 24 ORE

L’italo marocchino supera il vincitore del 2015 Massimo Tocchio. La veronese Stefania Disconzi si impone al femminile.

LE CLASSIFICHE

da destra Tiozzo Preti e LivieroAppuntamento podistico del 25 aprile per la “Rivierasca” di Stienta che ha raggiunto le 41 edizioni, a sole 24 ore dalla disputa della prima tappa del circuito “Adriatic LNG” a Corbola. Dall’anno scorso non si corre più la maratonina che caratterizzava il doppio impegno agonistico, ma solo la gara di 11,7 km. Ad allestire il tutto uno degli appassionati organizzatori che hanno fatto al storia del podismo, quel Dario “Botta” Avanzi che si è avvalso della collaborazione dell’ l’ARCI – UISP di Stienta, del Club “dal Tigin” e delle amministrazioni comunali di Stienta e Gaiba. Si inizia con la minipodistica per i ragazzi di circa 2 km.. Tra i maschietti dai 7 ai 12 anni vince Thomas Sfriso della Salcus, categorie nella quale si è piazzato quarto Simone Sgarpiolo dei Podisti Pontecchio. Appena terminata la mini prende il via la competitiva per gli adulti con circa 200 atleti al via: il percorso si snoda sull’argine la premiazione di Angela Caniatti, al centroverso Gaiba, attraversa il centro del paese e fa ritorno a Stienta. Dopo la vittoria del giorno prima a Corbola, si presenta ancora primo sul traguardo l’italo marocchino Benazzouz Slimani che, con 39’,26” supera di poco il dominatore della passata edizione, Massimo Tocchio, della Salcus, al traguardo in 39’,33”, mentre terzo si piazza il veronese Isacco Piubelli (40’11”). Equilibrata anche la prova femminile con l’allungo vincente di Stefania Disconzi (Monteforte d’Alpone, 48’,11”) che precede la ferrarese dell’Invicta Copparo, Maurizia Patracchini (48’,35”), seconda come nel 2015, e la vicentina Silvia Tabacco (49’,36”). Tanti ottimi piazzamenti per i podisti polesani nelle varie categorie della gara: 55”. Nella F maschile (18-30 anni) secondo il rodigino Riccardo Tosi seguito da un terzetto della 18700386-cc08-4c74-9723-6217ca936875Salcus composto da Dante Tognotto, Marco Zanella e Marco Piasentini; nella G (31-40 anni) arriva secondo Stefano Correggioli (Salcus) mentre nella H (41-55 anni) troviamo, ancora al secondo posto, Mirko Rulfini (Podisti Pontecchio) e al quarto Stefano Boccardo, della Salcus. Nella prima delle due categorie veterani (56-65 anni) si piazza terzo Luciano Magagnoli (Salcus) seguito dal compagno Giuseppe Purificato al sesto e da Maurizio Preti (AVIS Taglio di Po) alc059803e-39f4-4ad7-bc67-44d007525f41 settimo: tra gli “over 65” bronzo per Roberto Orlandin della Salcus. Nel settore femminile la vittoria di categoria della N (36-50 anni) va ad Erika Cazzadore (Salcus), quarta assoluta, in 49’,41” ma, nella stessa graduatoria, troviamo anche Alessia Zanella (Salcus) quarta, Sandra Tiozzo (AVIS Taglio di Po) sesta e Simonetta Siviero, ancora per la Salcus, settima. Tra le veterane, dai 51 anni in poi, secondo posto per Angela Caniatti dei Podisti Adria.

Potrebbero interessarti anche...