FESTA DEL CROSS VENETO 2016

Michele Veronese, Rossano Veneto (Vi), 28 febbraio

TUTTE LE FOTO DI DANIELE PAESANTE 

2AVIS Taglio di Po che bel quarto posto

Ancora una volta le pessime condizioni meteo hanno creato non pochi disagi agli oltre 1000 atleti che si sono ritrovati, ieri mattina, per l’ultima tappa dei cross regionali, la “Festa del Cross Veneto” a Rossano Veneto, in provincia di Vicenza. Il “N.E.V.I. Cross” è stato valido come quarta tappa dei cross di società per le categorie Master e Assoluti e come campionato regionale Assoluto e di categoria. Gruppo AVIS Taglio di Po numeroso per questo ultimo appuntamento delle campestri venete: l’obbiettivo era quello di confermare il quarto posto raggiunto dopo le prime tre prove. Se si fosse giocato a calcio la partita sarebbe stata rinviata per impraticabilità del campo, i podisti, invece, hanno dato vita a gare molto combattute, finendo certo molto infangati ma molto divertiti. Prima partenza per le categorie maschili dagli M35 agli M55: 2 giri da 3 km per un totale di 6 km: dopo il primo giro di “assaggio” ha preso il largo Matteo Gobbo (Due Torri Noale) che ha distanziato sempre più i rivali. Secondo posto per Fabrizio Paro (Atletica San Biagio) e terzo Andrea Frezza (Atl. San Rocco) mentre appena giù dal podio è arrivato il pluri campione del mondo di corsa in montagna, il trevigiano Lucio Fregona. Per noi ottimi piazzamenti nelle rispettive categorie per Federico Pozzato (M35), Federico Fabbris, Massimiliano Baldan (M40), Aldo Penzo (M45), 7Pronti per il viaRenzo Ranzato e Adriano Brusegan (M50). Io, Gianluca e Walter abbiamo lottato nelle retrovie: per me prima esperienza con le scarpe chiodate, direi che è andata molto bene, visto che nel precedente cross terminai i 6 km a 4’,50” di media al km (con le scarpe nomali) mentre a Rossano ho finito a 4’,35” al km. Walter e Gianluca sono arrivati poco davanti di me. A seguire partono tutte le categorie femminili e le restanti categorie maschili, da M60 in poi su 4 km: e qui che gli atleti polesani danno il meglio di se: le gare, a livello assoluto, sono vinte da Sara Trevisan (Atl. Piombino Dese) al femminile e da Virginio Trentin (Atl. San Biagio), ma i polesani portano a casa ben tre maglie di campione regionale. Il nostro Adriano Liviero è il solito “diesel” e parte accorto per poi innestare la quarta e recuperare posizioni sistemandosi al quarto posto assoluto: 18’,10” il suo tempo finale, non male per un atleta all’ultimo anno tra gli M65 e divario di 42” con il secondo arrivato, il veneziano Antonio Maccagnan. Stupisce anche Marino Silvestrin, “lo scuro” dei Podisti Adria; con un menisco prossimo all’operazione domina letteralmente la categoria M75 finendo in 21’,50” davanti al nostro Giuseppe Castagna.. Infine bella prestazione anche al femminile per Carla Faggin, della Salcus, ancora la più forte tra le F55, con la vittoria in 19’,38”. Per noi ancora da segnalare le buone prestazioni di Giuliano Ferro, Ubaldo Zanetti, Claudio Pregnolato, Daniele Freguglia e Raimondo Campus. Dopo i Master tutta la sequela delle partenze delle prove giovanili: veramente uno spettacolo assistere a queste gare con tantissimi giovani che lottavano fino all’ultimo centimetro per portare punti alla propria società o alla propria provincia: la manifestazione, infatti, era valida anche come “Trofeo delle Province” per le categorie Ragazzi/e e Cadetti/e. Stupenda vittoria per Fabio Lodo, della Confindustria Rovigo, sui 2,5 km della categoria Cadetti confermando, così, la sua supremazia a livello regionale visto che aveva già vinto il titolo individuale, tre settimane fa, a Falzè di Piave (Tv). Appena tagliato il traguardo ha dichiarato allo speaker: “ Adoro il fango, mi esalta! Sapevo che potevo vincere e mi sono gestito bene nei 2,5 km del percorso”. Sono già passate le 13,00 quando partono le due gare conclusive degli Assoluti, 8 km per le donne, 10 km per gli uomini: nel settore rosa si impone Gloria Tescaro (Atl. Vicentina) su Valentina Bernasconi (Mogliano). Tra gli uomini anche quest’anno il più forte è il poliziotto delle Fiamme Oro Padova, Paolo Zanatta che stacca di parecchio i bellunesi Lucio Sacchet (A.N.A. Feltre) e Filippo Barizza (Dolomiti Belluno) . Ottima l’organizzazione del locale gruppo atletico N.E.V.I. in collaborazione con la FIDAL Veneto. I conteggi delle classifiche di società erano ancora da ultimare al termine della manifestazione, speriamo di aver mantenuto il quarto posto, che sarebbe un gran bel successo per il nostro gruppo (su 25 in lizza), alla prima esperienza assoluta in questo tipo di gare.

IL COMUNICATO DELLA FIDAL VENETO

LE FOTO DELLA CAMPESTRE SULLA PAGINA FACEBOOK DI ATLETICA N.E.V.I.

LE CLASSIFICHE SU TDS-LIVE.COM

Potrebbero interessarti anche...