STRADA E PISTA, UN 2015 SUCCESSI PER GLI ATLETI POLESANI

Michele Veronese

Parte la Notturna di Adria Un 2015 vissuto in intensamente, almeno dal punto di vista delle corse su strada. La nostra “piccola” atletica non è certamente ai primi posto delle graduatorie nazionali, eppure i nostri atleti hanno spesso ottenuto risultati eccellenti e le tante manifestazioni podistiche hanno attirato migliaia di appassionati in provincia di Rovigo. La stagione parte per l’Epifania, a Tamara di Copparo, nel ferrarese, ed arriva il primo sigillo per l’asso della Salcus, Massimo Tocchio: a metà gennaio la mezza maratona nazionale a tante vittorie per Massimo TocchioS. Bartolomeo, alle porte di Ferrara, vede ancora tanti buoni piazzamenti per la Salcus, poi la corsa su strada lascia spazio alle corse campestri. La Salcus conquista due finali nazionali di cross, quella assoluta FIDAL a Fiuggi (Fr) e quella per il campionato UISP a Ciriè (To). A metà febbraio la Giulietta & Romeo Half Marathon di Verona, diventa la seconda maratonina d’Italia con quasi 10.000 partecipanti: spicca il successo di categoria tra gli M65 per Adriano Liviero al terzo successo consecutivo come campione regionale. La prima domenica di marzo è foriera di successi per la nostra atletica: il rodigino Maurizio Marchetti, con la nuova divisa dell’AVIS Taglio di Po, conquista la maglia Ha vinto tutto Maurizio Marchettitricolore M60 sugli 800 mt. indoor ad Ancona, manifestazione che lo vede anche argento nei 3000. I compagni di squadra AVIS saranno protagonisti in altre gare: Nicola Zuccarello, è sesto alla 50 km “Terre di Siena”, prologo di una stagione di successi nelle “ultra”, il giovane Enrico Bonati è secondo nelle Promesse alla Maratona di Treviso, trampolino di lancio per un’escalation di risultati nei “trail”, infine Maurizio Preti è esempio di straordinaria longevità cogliendo il terzo posto tra i Master alla mezza “Valli e Pinete” di Ravenna, quarant’anni dopo il suo terzo posto assoluto nella stessa gara. Ma il primo marzo è sinonimo di successi anche per la Salcus, che vede Greta Dalla Libera e Marino Silvestrin campioni nazionali UISP di cross, oltra al quarto posto finale di squadra. Prima di fine mese Massimo Tocchio rivince a Ferrara la Marino Silvestrin“Caminada par San Zorz”, poi domenica 29 marzo è il giorno del debutto della “Rovigo Half Marathon”: oltre 2000 atleti ai nastri di partenza decretano un incredibile successo organizzativo difficile persino da immaginare. Luca Favaro porta al successo la Salcus al Vivicittà di Ferrara del 12 aprile e la domenica dopo il club di Santa Maria Maddalena vede Michele Bedin diventare campione italiano dei Vigili del Fuoco alla “Maratona del Santo” di Padova. I 40 anni della “Rivierasca”, il 25 aprile, vedono ancora Massimo Tocchio vincitore, poi il giorno dopo riparte da Corbola il 6° circuito “Adriatic LNG”, che mieterà successi in tutte e otto le tappe. Il 3 maggio arriva il record d’iscritti alla “Correre in Pineta” di Porto Viro, altrettanti a fine mese per la “4 Luca FavaroPassi per el Tajo” a Taglio di Po: in questa gara corre, festeggiato da tutti, Nicola Zuccarello, reduce dalla 100 km del Passatore del giorno prima, che gli ha portato uno straordinario ottavo posto assoluto su 2000 arrivati, il titolo italiano M35 della 100 km e la convocazione nella nazionale di ultramaratona. Sempre a Taglio di Po, Michele Bedin della Salcus, balza in testa al circuito “Adriatic LNG” e lotterà fino alla fine con l’italo marocchino Benazzouz Slimani. A giugno tanti podisti sia a Paviole di Canaro che alla “Lightrun” del capoluogo, ma a metà mese è ancora Maurizio Marchetti che vince Nicola Zuccarello il re delle Ultrail titolo regionale sui 5000 metri a Mestre, sbaragliando anche la concorrenza più giovane nella classifica compensata a punti. A fine giugno ci pensa il compagno di squadra Nicola Zuccarello a tener alto il livello vincendo la seconda maglia tricolore dell’anno, questa volta nella 50 km alla Pistoia – Abetone. Nel periodo estivo intensa anche l’attività giovanile su pista, con il comitato provinciale FIDAL a proporre tante manifestazioni di livello regionale al Campo CONI. La calda estate continua con le gare di Pontecchio, Canale di Ceregnano e Rosolina Mare: a fine luglio riparte l”Adriatic” con la spettacolare “Omaggio alla Serenissima” nel centro di Porto Viro, ma ad inizio agosto è ancora Marchetti “superstar” con un argento sui 3000 metri ed un bronzo sugli 800 agli Assoluti di Cassino (Fr). A metà mese Bedin vince a Donada Erika Cazzadorementre Laura Sarto (AVIS Taglio di Po) è bronzo, a Ferragosto, alla “decana” delle gare polesane a Zampine di Stienta (49 edizioni). Verso il venti del mese la Notturna di Adria vede un’altra “invasione” di podisti per le vie del centro, poi il programma di settembre si fa fittissimo; si parte con i successi di Slimani e Nadya Chubak a Porto Tolle, che saranno trampolino per i successi finali del circuito “Adriatic”, poi si corre a Crespino e arrivano due argenti per la Salcus con Luca Favaro ed Erika Cazzadore, mentre la società di Luca Santa Maria  2015 Lo sprint tra Haoul e BedinPoletto organizza, la settimana dopo, una vera e propria kermesse podistica adatta a tutte le esigenze. Negli annali di questa 38ª edizione della “In slà rota ad Po” l’incredibile sprint finale che decreta Michele Bedin vincitore di un millimetro sul compagno Haoul Abderrazak. Fine settembre presenta la maratonina di Albarella: nell’Isola del Delta più che il poker di successi di Giovanna Ricotta, fanno rumore gli oltre 1000 partenti nella camminata non competitiva. Ottobre è il mese dei responsi finali del circuito “Adriatic” con le tappe conclusive, prima a Loreo, poi a Cavarzere: ma arriva la “mazzata” della morte improvvisa di Paolo Fantinato, dirigente ed allenatore che ha animato l’atletica polesana per oltre un A Cavarzere Bedin, El Bouhali e Rosati ricordano Fantinatotrentennio. Emozionante l’arrivo mano nella mano per il primo posto, a Cavarzere, di Michele Bedin, Saaid El Bohali e Tiziano Rosati, tre atleti fortemente legati a Fantinato. I successi del circuito vanno a Slimani e alla Chubak, ma nei veterani domina, manco a dirlo, ancora Maurizio Marchetti, autore di otto successi di categoria in otto gare. Finisce ottobre con la gara di Borsea ed un duplice successo polesano con Riccardo Tosi (Confindustria Rovigo) e Viviana Zago Viviana Zago(AVIS Taglio di Po). A novembre si assegnano le maglie di campione provinciale di cross al Museo della Bonifica di Cà Vendramin, poi dicembre chiude la gare nella nostra provincia con la Riccardo Tosicorsa a carattere benefico di Adria, e la “Corsa dei Babbo Natale” a Porto Viro con il successo di Saaid El Bouhali, che dal 2016 vestirà la maglia dell’AVIS Taglio di Po. Proprio il marocchino, assieme a Maurizio Preti e alla FIDAL provinciale, nel 2016 sarà tra gli organizzatori del 1° Memorial “Paolo Fantinato”, uno spettacolare circuito di campioni che si disputerà nel centro di Rovigo sabato 1° ottobre.

Potrebbero interessarti anche...