7ª CAMMINATA DEL RADICCHIO

Michele Veronese, Bosco Mesola (Fe) 4 ottobre

LE FOTO DELLA GARA

Bosco Mesola 17ª edizione per la “Camminata del Radicchio”, disputata a Bosco Mesola. Come due anni fa il meteo non ha certamente favorito al manifestazione, ma i numeri a livello di partecipazione complessiva sono stati pressoché uguali a quelli della passata edizione, con circa 300 atleti al via delle varie prove. Aprono la gara i “Primi Passi”; la mini corsa di 500 mt. per i più giovani fino agli 11 anni; buon piazzamento per Bosco Mesola 3la nostra Diletta Nonnato, terza nel femminile. A seguire la gara per i ragazzi fino ai 15 anni: sui 1500 metri ancora un bronzo in casa Nonnato, con Giovanni sul gradino più basso del podio. La pioggia aumenta decisamente d’intensità quando parte la gara competitiva, anche se non fa molto freddo: 6,5 km per le donne, 10,2 per gli uomini, quest’ultimi con un lungo ed affascinate passaggio nel Boscone della Mesola, reso molto impegnativo dalla pioggia caduta. Bosco Mesola 5Nel settore rosa si impone la giovane della Faro Formignana, Giorgia Marchini che supera Suellen Roccati, della Salcus, sempre molto positiva, e la giovane di casa, Caterina Mangolini, ancora nella categoria Allieve. Appena giù dal podio, ma prima della categoria N (nate dal 1997 al 1966) Erika Cazzadore della Salcus, mentre nella medesima graduatoria si piazza al quinto posto la nostra Sandra Tiozzo. Nel settore maschile la vittoria va al veneziano di Oriago, Filippo Barizza: lo specialista della corsa in montagna era già stato protagonista domenica scorsa alla Maratonina di Albarella, arrivando secondo, ieri è andato “a nozze” nei 4 km di pineta, ed ha inflitto un distacco di quasi due minuti ai più diretti avversari. Sul podio con Barizza ancora argento per la Salcus S. Maria Maddalena con Marco Timoncini mentre Alberto Felloni (Cus Ferrara) si piazza terzo: bene, al quinto posto, Michele Bombonati per la Salcus. Senza storia pure il settore dei veterani maschili (dal 1954 e precedenti): successo netto per il portacolori dell’AVIS Taglio di Po, Ubaldo Zanetti. Bosco Mesola 6Per quanto riguarda il nostro gruppo tante prestazioni a premio, bene, in particolar modo, oltre ai già citati Sandra ed Ubaldo, anche Gabrio, Giacomo e Maurizio. La mia gara è soddisfacente: non so le mie reali condizioni, causa mal di gola e raffreddore, ma ho un “pace-maker” d’eccezione, il neo papà Nicola Zuccarello. Siamo regolari a 4’30’ di media, caliamo un po’ nel Boscone, ma è veramente un acquitrino, poi recuperiamo negli ultimi tre km sull’asfalto e con il vento a favore: particolare trascurabile, lui è in “scarico” in vista della “24 ore” di Putignano (e al pomeriggio ha in programma un circuito di 30 km …) e conversa amabilmente con tutti, io spiaccico una parola ogni tanto … Mi fa un po’ impressione superare, prima del finale, Gigi ”Pagnocca”, che qualche tempo fa correva senza problemi le sue maratone in meno di tre ore, mentre ora non riesce neppure a finire i 6,5 km della camminata davanti a me … Peccato solo per la lunga fila cui siamo stati costretti dai giudici di gara in quanto praticamente il 90% degli atleti aveva perso il cartellino con il nome, causa pioggia, quando era necessario cambiarsi in fretta. Tra i gruppi si impone la Quadrilatero Ferrara con 43 partecipanti, davanti a Salcus S. Maria Maddalena (31) e AVIS Taglio di Po (28): in graduatoria anche Podisti Adria ed il “Nano Laurenti” di Porto Tolle, a pari merito al settimo posto. Bene, IMG_1218nonostante il maltempo, l’organizzazione della manifestazione con l’Atletica Delta Ferrarese a curare le gare in collaborazione con il Comune di Mesola, l’U.S. Bosco e l’AVIS comunale: premiazioni veloci, forse fin troppo: magari non sarebbe male premiare, oltre ai primi tre uomini e donne assoluti, anche i primi tre di categoria, anche per sapere chi sono

Potrebbero interessarti anche...