12a CORRI NEL DELTA

Michele Veronese, Porto Tolle (Ro), 6 settembre

Nell’intenso calendario podistico settembrino si è disputata, ieri mattina a Porto Tolle, 12ª “Corri nel Delta”: la gara ha visto le concomitanze delle manifestazioni di Copparo (Fe) e Montegrotto (Pd), solo per restare alle province limitrofe, ma vedremmo come tutti i fine settimana del mese saranno pieni di corse su strada. Quest’anno le novità preparate dal gruppo podistico “Nano Laurenti”, che organizzava assieme all’amministrazione comunale e la Pro Loco di Porto Tolle, erano molte; nuovo centro logistico della gara allo stadio comunale e nuovo anche il percorso della prova competitiva, 10 km esatti sempre sugli affascinanti paesaggi dal Delta del Po. Decisamente buone, viste le premesse, le presenze complessive che hanno sfiorato i 250 partecipanti con 169 arrivati nella prova agonistica, una quarantina nella camminata e 30 ragazzi a via della mini podistica. Si inizia proprio con la mini corsa di 1,2 km: vittorie per Giovanni Nonnato sul compagno di club AVIS Taglio di Po, Nicola Veronese, poi buoni piazzamenti per i locali Fabio Tessarin e Marco Mantovani. Tra le femmine Elena Crepaldi (Podisti Adria) supera Virginia Perini nella categoria fino ai 10 anni, poi Diletta Nonnato, ancora per Taglio di Po, batte Giulia Canton nella graduatoria da 11 a 14 anni. A seguire prende il via prima la camminata non competitiva di 5 km, poi la gara agonistica di 10 km esatti: una presenza d’eccezione a bordo pista, ad assistere alla gara, per il marocchino Brahim Taleb, finalista olimpico dei 3000 siepi a Londra e recente 5° nel meeting internazionale di Zurigo. Porto Tolle Scambio di complimenti tra Bedin e SlimaniE marocchina è stata anche la vittoria della gara assoluta, anche se Benazzouz Slimani vive da moltissimi anni in Italia: successo di Slimani che, però, si è concretizzato solo nel tratto conclusivo in pista, dove è riuscito a staccare di poco l’asso della Salcus, Michele Bedin. 34’,37” il tempo del vincitore, solo 3 secondi in più per Bedin: terzo posto per Said El Bouhali ed i primi tre sono anche il vertice, nell’ordine, del circuito “Adriatic LNG” cui la gara di Porto Tolle era valida come sesta tappa. Tra i primissimi buone prestazioni anche per Luca Favaro (Salcus), quinto, e per Davide Corritore, sesto e Daniele Finotti, settimo, entrambi dell’AVIS Taglio di Po. Nel settore femminile manca, a sorpresa, la leader del circuito e favorita della gara, Daria Legnaro: ne approfitta l’italo-ucrainaPorto Tolle Nadya Chubak Nadya Chubak che in un colpo solo porta a casa la vittoria della gara ed il primo posto nel circuito Adriatic. Dietro la Chubak (39’,45”) arrivano Cinzia Fogli (Atl. Delta, 43’,26”) e Silvana Ban (Running Comacchio, 44,’,00”): ottimi piazzamenti, ancora in casa AVIS, con Lucia Terlizzi, quinta e Stefania Panfilio, ottava. Tra i veterani dai 50 ai 59 primo posto per il padovano Paolo Toscano su Lorenzo Andreose della Salcus: negli over 60 il “cannibale” Maurizio Marchetti (AVIS Taglio di Po) arriva al sesto successo su sei gare. Alle sue spalle Giovanni Bertazzo (Pod. Monselice) ed il compagno di squadra Ubaldo Zanetti. Tra i gruppi dominio Porto Tolle L'AVIS Taglio di Po a Porto Tolle per l’AVIS Taglio di Po, con 49 presenze, a precedere Salcus S. Maria Maddalena e Atletica Delta Mesola. La “voce dello sport polesano”, Salvatore Binatti, ha ben condotto tutte le fasi della manifestazione: presenti alle premiazioni l’assessore allo sport Wilfrido Siviero, Mirko Mancin per la Protezione Civile locale ed il presidente del Panathlon Club di Adria Giovanni Orlandi, che ha consegnato il premio “fair play” alla Chubak. Si resta in provincia anche la prossima domenica: si corre a Crespino la 2ª “Podistica Fetonte” che raccolse molti consensi all’esordio nel 2014

PRONTA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DI DAVIDE BELLAN

ARRIVANO ANCHE TUTTE LE FOTO DI DANIELE E DORIANA

Potrebbero interessarti anche...