42ª STRASOLESINO

Michele Veronese – Solesino (Pd), sabato 18 luglio 2015

“Stracaldo” alla “Strasolesino”, la corsa podistica disputata sabato sera: non ci si può aspettare il fresco da una manifestazione nel terzo sabato di luglio, ma il caldo e l’afa record di questo periodo ha messo in difficoltà più di qualche amatore. Per il resto la gara è sempre su alti livelli organizzativi ed una delle più amate dai podisti con una folta presenza di atleti polesani: tanti i servizi offerti a partire da docce, deposito borse e un ricchissimo ristoro finale. Gran partecipazione già nelle gare giovanili che aprono la manifestazione: i più piccoli corrono per di 600 mt., i ragazzi dagli 11 ai 17 anni per 1800 metri. Saranno più di ottanta all’arrivo. A seguire prende il via la gara degli adulti, quasi trecento nella prova competitiva ai quali vanno aggiunti numerosi non competitivi: il percorso è su due giri cittadini per un totale di 8,4 km. E’ sempre piacevole correre a Solesino, calura a parte: sembra una gara del passato, sempre con molta gente ad assistere e ad incitare i podisti, in tanti preparano docce e ristori, sabato particolarmente graditi da chi corre. La gara assoluta vede alla ribalta atleti spesso protagonisti a Solesino, Said Boudalia, atleta magrebino che ha preso la cittadinanza italiana, il ferrarese Rudy Maganoli e l’altro italo-marocchino Benazzouz Slimani: il finale vedo l’allungo decisivo di Boudalia che va a vincere in 25’,41” superando Magagnoli (25’54”) e Slimani (26’,10”). Alle spalle dei tre ottimo comportamento per gli assi della Salcus, Massimo Tocchio e Michele Bedin, che sono nel gruppo inseguitore al primo passaggio e poi di piazzano rispettivamente sesto e nono assoluto, Tocchio vincendo anche la categoria AM (nai dal 1997 al 1981), Bedin arrivando secondo nella BM (1980-1971). Al femminile si assiste al monologo della padovana Giovanna Ricotta (Atl, Riviera del Brenta), plurivincitrice della corsa: è netto il suo vantaggio al primo passaggio tanto che piò anche rallentare il ritmo per poi tagliare il traguardo in 29’,57”. Staccata di quasi un minuto la vicentina Maurizia Cunico, seconda, ancor di più Sara Trevisan (Atl. Piombino Dese) terza in 32’,11. Per le polesane molto bene Erika Cazzadore della Salcus, settima assoluta e seconda nella categoria BF (1980-1971), e la nostra Laura Sarto, undicesima ma bronzo nella AF (1997-1981). Per l’AVIS Taglio di Po tanti ottimi piazzamenti a premio nelle varie categorie: Davide Corritore è sesto nella AM, il rientrante Daniele Finotti tredicesimo nella CM, categoria che vede anche Giampaolo Bresciani 18° e Adriano Brusegan 19°. Ancora Franco Quaglia è 9° nella DM, categoria nella quale Giuliano Ferro si piazza 12°, infine tra gli over 65 per Adriano Liviero arriva il sesto successo consecutivo visto che la gara di Solesino era valida anche come sesta prova del circuito “Padova Corre”. Per quanto riguarda la mia gara non ho “tirato” molto, accontentandomi di un ritmo regolare, visto la prevista escursione podistica sui colli la mattina dopo, concludendo in 39’,02”. Arrivano da più parti i plausi per tutta la macchina organizzativa curata da Daniele Trevisan e la A.S. Solesino in collaborazione con l’Assessorato allo sport e la Protezione Civile locali. Bene anche le premiazioni che, nonostante l’alto numero di premiati, sono filate via abbastanza veloci. Sabato prossimo si torna a correre a Buso di Rovigo con la “Marcia della Solidarietà”, mentre domenica si disputa il “Memorial Simoni Ebelardo” al Lido di Volano, nel ferrarese.

TUTTE LE FOTO DI SIRO ALBERTIN

Solesino

Potrebbero interessarti anche...