TESSERAMENTO

Dopo la riunione del gruppo per programmare la stagione 2022 il costo del tesseramento FIDAL torna ad essere di 35 euro per tutti gli atleti, sia per i rinnovi che per i nuovi tesserati e per i trasferimenti da altra società 

MODALITA’ DI RINNOVO DEL TESSERAMENTO PER IL 2022:

Per il rinnovo si prega versare la cifra in contanti ad un rappresentante della società, oppure con pagamento della quota tramite bonifico all’IBAN della società – IT40U 08452 63470 030130047000 – Banca Annia – specificando Nome e Cognome e causale, comunicando il rinnovo via mail a info@podistitagliolesi.it.

Diamo alcune indicazioni sulla documentazione necessaria per iscriversi al gruppo, alcune indicazioni sul certificato medico agonistico, con la convenzione con Medica Porto Viro e le norme sulla copertura assicurativa FIDAL.

COME TESSERARSI AL GRUPPO

Per gli atleti che rinnovano l’iscrizione al gruppo per il 2022:
– Certificato medico agonistico con dicitura ATLETICA LEGGERA, alla scadenza
– Richiesta di rinnovo alla FIDAL firmata – (il modulo in formato PDF)
– Versamento della quota sociale di 35 euro

Per la prima iscrizione al gruppo servono:
– Foto formato tessera
– Certificato medico agonistico con dicitura ATLETICA LEGGERA
– Codice Fiscale
– Copia del documento d’Identità
– Richiesta di tesseramento alla FIDAL firmata – (il modulo in formato PDF)
– Versamento della quota sociale di 35 euro

Per i nuovi tesserati, siano essi atleti o dirigenti, da inizio 2019  l’entrata in vigore del regolamento europeo sulla protezione dei dati personali impone di compilare e sottoscrivere il consenso, sul modulo originale, per la privacy.  In mancanza della sottoscrizione di questo documento non si potrà procedere al tesseramento. 

TUTELA DELLA PRIVACY
I nuovi atleti devono firmare ed esprimere il loro consenso per il trattamento dati  per la FIDAL come previsto dalla legge. Di seguito si può scaricare il modulo in formato PDF

Inoltre, dal 15 novembre 2018 è entrato in vigore il regolamento europeo (art. 13 rergolamento UE 679/2016 GDPR) sulla protezione dei dati personali che impone, a tutte le figure federali (atleti, dirigenti, tecnici e medici) di compilare e sottoscrivere il consenso sul modulo originale per la privacy.  In mancanza della sottoscrizione di questo documento non si potrà procedere al rinnovo del tesseramento. Negli anni successive questa operazione sarà necessaria solo per i nuovi tesserati.

IL MODULO TRATTAMENTO DATI PERSONALI

Ricordiamo che dal 2015 entra definitivamente in vigore la norma che non consente più la partecipazione alle gare degli atleti, pur in possesso del certificato medico agonistico, se questi non sono iscritti ad una società sportiva. 

LE NORME SUL CERTIFICATO MEDICO AGONISTICO E NON AGONISTICO

Tutela della salute: normativa: (dal sito www.fidal.it)

Conformemente ai dettami di legge vigenti (DM 18/02/82 e DM 24/04/2013) sull’accertamento obbligatorio dell’idoneità all’attività sportiva agonistica, la certificazione dell’idoneità specifica alla pratica dell’atletica leggera:

– è condizione indispensabile per la partecipazione all’attività agonistica;
– ha validità annuale;
– deve essere conservata dalla Società Sportiva di appartenenza che peraltro è tenuta a controllarne la scadenza ai fini del rinnovo (circ. 7 Min. Sanità del 31/01/83).

LA CONVENZIONE TRA IL GRUPPO PODISTICO AVIS E “MEDICA PORTO VIRO”: TARIFFE E ISTRUZIONI PER L’USO

DI SEGUITO ANCHE GLI ACCERTAMENTI NECESSARI PER LA VISITA MEDICA PER GLI ATLETI CHE SONO STATI MALATI DI COVID

La FIDAL considera agonisti gli atleti delle seguenti categorie:
RAGAZZI M/F (12-13 anni)
CADETTI M/F (14-15 anni)
ALLIEVI M/F (16-17 anni)
JUNIORES M/F (18-19 anni)
PROMESSE M/F (20-21-22 anni)
SENIORES M/F (23 anni e oltre, comprese tutte le fasce d’età Master)
Gli atleti vengono collocati nelle rispettive categorie in relazione all’anno di nascita (millesimo) e non in base al giorno e al mese di nascita. La legge garantisce il diritto alla visita di idoneità agonistica per tutte le categorie FIDAL da esordienti in su. Alle singole Regioni è lasciata l’autonomia sulla eventuale gratuità parziale o totale della visita, in base ad età e situazioni locali, in relazione anche a disponibilità economiche locali regionali.

Gli atleti della seguenti categorie:
ESORDIENTI M/F (6-11 anni);
AMATORI (23-34 anni);
Settore NORDIC WALKING;
Settore FITWALKING;
devono sottoporsi a visita medica di idoneità “non agonistica” con periodicità annuale.

La certificazione attestante l’idoneità fisica alla pratica dell’attività sportiva “non agonistica” è rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport ovvero dai medici della Federazione medico sportiva italiana del C.O.N.I., a norma dell’art. 3 del D.M. del 24/04/2013 (Decreto Balduzzi) e successivo art. 42 bis del D.L. n. 69 del 21/06/2013 (Decreto del Fare) convertito in Legge il 9/08/2013 e del D.M. dell’ 8/08/2014.

LA VALIDAZIONE AMMINISTRATIVA DEL CERTIFICATO

Fidal Veneto, recependo le indicazioni ricevute dal Coni Veneto e dalla Federazione regionale dei medici sportivi, comunica ai dirigenti delle affiliate che dal 25 aprile 2018 è entrata in vigore la nuova L.R. n. 15 del 20 aprile 2018, che tra le altre cose, all’art. 59 modifica la L.R. n. 25/1982 apporta modifiche alla disciplina delle certificazioni mediche agonistiche emesse dalle strutture private di Medicina dello Sport, prevedendo la cessazione dell’obbligo della vidimazione presso il distretto sanitario di competenza in base alla residenza dell’utente.

Pertanto i Certificati rilasciati successivamente al 24 aprile 2018 non necessitano della convalidazione (“Timbro Ulss”) per essere validi.

La modifica è stata introdotta grazie ad un emendamento avanzato da Nicola Finco, capogruppo della Lega Nord nel Consiglio regionale del Veneto.

Fidal Veneto proseguirà il lavoro avviato a inizio 2018 con l’Ulss 2 Marca Trevigiana per la sperimentazione del Certificato Medico Elettronico Agonistico (progetto C.A.S.E.). Tra gli obiettivi trovava posto anche il superamento della vidimazione fisica tramite un sistema digitalizzato che superasse le moltissime problematiche prima a carico di praticanti, società e organizzatori di manifestazioni (in particolare nel settore No Stadia). L’iniziativa, che vede come partner informatico Vi.Spo System (la piattaforma che sta consentendo al Comitato regionale una progressiva digitalizzazione e ottimizzazione dei propri processi gestionali), punterà a completare il percorso avviato dalla Regione allo scopo di scongiurare false certificazioni e anomalie che potrebbero mettere a rischio la salute di utenti problematici (in particolare per gli aspetti cardiaci).

LA VECCHIA NORMA SULLA VIDIMAZIONE (circolare Regione Veneto del 20/6/1986).

Per i singoli specialisti in medicina dello sport che operano in regime privatistico sussiste l’obbligo della validazione amministrativa dei certificati d’idoneità emessi da effettuare, a cura dell’atleta, presso il distretto dell’ULSS di appartenenza.

In pratica, all’atto della visita medica agonistica, bisogna farsi rilasciare il certificato in duplice copia, una delle quali verrà consegnata alla propria A.S.L. di appartenenza, che vidimerà la copia che resterà all’atleta

I REGOLAMENTI F.I.D.A.L 

LE NORME 2022 SU AFFILIAZIONE, TESSERAMENTO E TRASFERIMENTI

I REGOLAMENTI PER LE ATTIVITA’ 2022

LE NORME 2022 PER L’ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI

I seguenti enti di promozione sportiva hanno firmato la convenzione con la FIDAL con scadenza marzo 2021:
ACSI – AICS – ASC – ASI – CNS Libertas – CSAIn – CSEN – CSI – CUSI – ENDAS – OPES – PGS – UISP – US ACLI
Per chi è interessato le convenzioni possono essere consultate sulla pagina del sito fidal.it

CONVENZIONE ASSICURATIVA

Attualmente il broker assicurativo per la FIDAL è CATTOLICA ASSICURAZIONI: di seguito il link alla pagina del sito fidal.it dove potete trovare tutta la documentazione relativa alle condizioni della polizza assicurativa, la tabella delle lesioni, le modalità di denuncia in caso di infortunio ed le adesioni volontarie integrative:

http://www.fidal.it/content/Convenzione-assicurativa/52622