PRESENTATI I GIOCHI DEL VENETO ESTIVI

Si è tenuta al Coni Point di Mestre le conferenza stampa di presentazione dei Giochi del Veneto estivi, che si terranno a Caorle del 25 al 27 maggio.

Presenti il presidente del Coni Veneto, Gianfranco Bardelle, l’assessore allo Sport del comune di Caorle, Giuseppe Boatto, il campione olimpico e mondiale di canottaggio, Rossano Galtarossa e il segretario regionale del Coni, Francesca Grana.
Alla “piccola Olimpiade” veneta partecipano 18 federazioni sportive e saranno più di mille e 500 i giovani atleti under 14 – provenienti da tutte le province del
Veneto – che saranno in gara. I Giochi sono validi per la qualificazione alla fase
finale del trofeo nazionale Coni Kinder + Sport che si terrà a Rimini l’ultima
settimana di settembre.

Gli sport che verranno praticati nel corso della “piccola olimpiade” del Veneto
sono baseball e softball, pesistica, canottaggio, rugby, scherma, hockey su
prato, karate, taekwondo, nuoto, tiro a volo, bocce, dama, scacchi, pugilato,
atletica leggera, pallavolo, ciclismo e corsa orientamento.
La mattina di sabato, alle 10 si terrà al centro Civico comunale di Caorle, il convegno “Etica e sport”, nel corso del quale l’assessore regionale allo Sport, Cristiano Corazzari, illustrerà la Carta Etica, documento a cui le federazioni e le società sportive dovranno aderire per poter accedere ai finanziamenti regionali. Al convegno, parteciperanno oltre al presidente Bardelle, il direttore scientifico della Scuola regionale dello sport, Dino Ponchio, il docente di Filosofia dello sport, Marcello Marchioni, il presidente nazionale della Federazione danza sportiva, Michele Barbone, l’assessore (ed ex calciatore professionista) allo Sport del comune di Padova, Diego Bonavina e i campioni olimpici Sara Simeoni, Francesco Panetta e Rossano Galtarossa.
“I Giochi verranno inaugurati – spiega Boatto – con una sfilata che parte da piazza Papa Giovanni e arriva, attraverso il centro storico e il molo, in piazza Matteotti, dove verrà acceso il tripode. Caorle è onorata di ospitare per la seconda volta i Giochi del Veneto e del resto la nostra città offre sempre una vasta gamma di attività sportive e a livello di impiantistica è adeguatamente attrezzata, come lo è con le strutture per l’ospitalità”.
“Siamo stati i primi in Italia – dice Gianfranco Bardelle – a organizzare questi Giochi che in seguito si sono estesi a tutte le regioni e che culminano con la fase finale del Trofeo nazionale Coni-Kinder+ Sport. Far crescere in maniera sana e in amicizia i giovani è uno dei nostri principali obiettivi e nel Veneto – e questo è un vanto – si praticano tutte le discipline sportive con successo. Ragazzi che fanno sport diversi e che per tre giorni condivideranno le esperienze di altri, è positivo e fondamentale per una sana crescita sociale e culturale. Il Veneto, a livello di praticanti e anche di risultati, è secondo solo alla Lombardia, che però ha il doppio di abitanti”.,
“Più si allarga la base – ha detto Rossano Galtarossa – più diventa facile che emergano nuovi campioni, ma in ogni caso è già molto positivo che un gran numero di giovani pratichino qualche sport. Ci vorrebbe una legge che modificasse radicalmente il ruolo dell’attività fisica e agonistica nel mondo della scuola. Il messaggio che arriva da manifestazioni come i Giochi del Veneto, va anche in questa direzione”.
I Giochi inizieranno venerdì 25 alle 14,30 con baseball e softball. E nella giornata inaugurale sono in programma anche pesistica e canottaggio.
Sabato 26, dalle 10 alle 12,30, pesistica, canottaggio, rugby, scherma e hockey su prato e nel pomeriggio, dalle 15 alle 20, pesistica, rugby, scherma, Hockey, karate, scacchi, nuoto, tiro a volo, dama, bocce, pugilato, atletica leggera, pallavolo e ciclismo.
Domenica 27 maggio, dalle 9 alle 11,30, hockey, pallavolo e corsa orientamento. Seguiranno le premiazioni.

Potrebbero interessarti anche...