TREVISO MARATHON NUMERO 15: PARTE IL CONTDOWN PER L’EVENTO DI DOMENICA 25 MARZO 2018

Una festa della città, tra agonismo ed eventi per tutti. Sale l’attesa per la 15esima Treviso Marathon in programma domenica 25 marzo 2018. Un’edizione speciale, con partenza e arrivo a Treviso e un nuovo percorso che promette grandi emozioni e i colori delle grandi occasioni, il verde, il bianco e il rosso del tricolore.La 42,195 km sarà infatti valida come campionato italiano individuale di maratona master Fidal e come campionato italiano US Acli. Il capoluogo sarà così pacificamente invaso dai tanti over 35 che sono ormai una vera e propria risorsa del movimento dell’atletica e che tanto stanno dando non solo in termini numerici ma anche qualitativi (non si contano più le medaglie conquistate in campo internazionale dai portacolori italiani). Sabato 17 marzo, nella Sala Verde di Palazzo Rinaldi, a Treviso, la presentazione ufficiale con Giovanni Manildo, sindaco di Treviso, Federico Caner, assessore al turismo della Regione Veneto, Elio De Anna, consigliere nazionale della Fidal e Aldo Zanetti, responsabile organizzativo Treviso Marathon. Presenti, inoltre, Enrico Nanni, MoohRun, Tommaso Razzolini, delegato allo sport della Provincia di Treviso, Giovanni Ottoni, delegato di Treviso del Coni, Paolo Bornello, presidente Rotary Club Treviso, con Beppe Gentile, primatista mondiale salto triplo alle Olimpiadi Città del Messico 1968, Giovanni Ottoni, delegato di Treviso del Coni, Claudia Ceron, presidente Us Acli di Treviso, con il suo vicepresidente Tarcisio Rigato.Moderati dal presentatore Paolo Mutton, sono intervenuti anche Marco Varisco, maestro del vetro e presidente degli XI di Marca, che ha presentato i trofei in dono ai vincitori della Treviso Marathon e la sfilata delle HugBike, e Migidio Bourifa, responsabile top runner, che ha parlato del percorso veloce e ideale per impostare un buon ritmo di gara.Alla conclusione, la consegna pettorali ai sindaci e rappresentati del Comuni del percorso: oltre a Manildo, il “senatore” Albino Dotto per Villorba (ha sostituito l’assessore allo sport, Egidio Barbon, assente per un impegno improvviso), il sindaco di Carbonera Gabriele Mattiuzzo, il vicesindaco di Silea, Silvano Piazza, il vicesindaco di Casale sul Sile, Lorenzo Biotti, il sindaco di Casier, Miriam Giuriati.

PERCORSO
Il nuovo percorso toccherà angoli suggestivi della Marca Trevigiana, mescolando sapientemente aspetti storici (il centro di Treviso, le ville venete e altri edifici di valore) e aspetti naturalistici (in particolare, il parco del fiume Sile, con Alzaia e Restera) e favorendo al meglio le prestazioni cronometriche, grazie anche alla certificazione di classe A IAAF (in quanto verranno rispettati i criteri sull’altimetria e sulla distanza fra partenza e arrivo).
Un tracciato che saprà valorizzare non solo gli aspetti storici e architettonici del capoluogo, ma anche la bellezza naturalistica del Parco del Sile. Oltre a Treviso, cuore della maratona trevigiana con partenza e arrivo, saranno attraversati i comuni di Villorba, Carbonera, Silea, Casale sul Sile e Casier.
Dopo la partenza da Treviso, in viale Vittorio Veneto, nei pressi Palestra del Coni, i maratoneti entreranno nel territorio di Villorba, transitando nel parco della sede della Provincia, il Sant’Artemio, lambendo il museo etnografico provinciale Case Piavone, nell’area del fiume Storga. A Carbonera si toccherà Villa Tiepolo Passi, a Silea suggestivo lo scorcio sul porticciolo di Sant’Elena. A Casale sul Sile si correrà vicino al porto e alla Torre dei Carraresi. A Casier il tracciato proseguirà all’interno del Parco Naturale Regionale del Fiume Sile, con lo spettacolare passaggio nel Cimitero dei Burci. Continuando tra Alzaia e Restera, l’entrata a Treviso, attraversando il Ponte Dante, per gli ultimi due chilometri nel centro storico, con passaggio in piazza dei Signori. Infine, l’arrivo in piazzale Burchiellati.

MOOHRUN
Accanto al grande evento agonistico, ci sarà nuovamente la MoohRun. La quarta edizione, che prenderà il via alle 9.45 da Borgo Mazzini, organizzata da Maratona di Treviso e La Butto in Vacca, sarà aperta a tutti, grandi e piccini. Due i percorsi, di 3,5 km e 10 km, con arrivo in piazzale Burchiellati. Spazio anche alla solidarietà: oltre ad Advar Onlus di Treviso, che si occupa dell’assistenza ai malati di cancro e ai loro familiari, Un cuore per tutti Onlus di Marghera, impegnata nella cura di bambini affetti da problemi cardiaci e altre patologie, e Una mano per un Sorriso – For Children di Treviso, che presta la propria attività per i bambini vittime della guerra o della povertà in Medio Oriente, Africa ed Europa, destinatarie della raccolta benefica, saranno ospitate l’Associazione Italiana Calpaina – Aica 3 (Distrofia muscolare dei cingoli), l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus di Treviso, U.N.I.T.A.L.S.I. – Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali – Treviso ed E.N.P.A. – Ente Nazionale Protezione Animali di Treviso. I bikers di Harley Davidson Treviso Chapter, da sempre impegnati nel volontariato, faranno da apripista alla manifestazione.

PROGRAMMA ORARIO
Giovedì 22 marzo 2018
Ore 9.00 – 20.00: Piazza Borsa – Expo Natura – stand enogastronomici

Venerdì 23 marzo 2018
Ore 9.00 – 20.00: Piazza Borsa – Expo Natura – stand enogastronomici
Ore 12.00 – 19.00: Sala Merci Camera di Commercio – Piazza Borsa – Expo Run

Sabato 24 marzo 2018
Ore 9.00 – 20.00: Piazza Borsa – Expo Natura – stand enogastronomici
Ore 9.00 – 19.00: Sala Merci Camera di Commercio – Piazza Borsa – Expo Run
Ore 12.00: Sala Merci Camera di Commercio – Piazza Borsa – Expo Run
Presentazioni e consegna pettorali Top Runner

Domenica 25 marzo 2018
Ore 9.00 – 20.00: Piazza Borsa – Expo Natura – stand enogastronomici
Ore 7.00 – 9.20: viale Vittorio Veneto: Palestra Coni – distribuzione pettorali e pacchi gara
Ore 8.00 – 9.00: piazza Matteotti – distribuzione pettorali MoohRun 4
Ore 9.20: viale Vittorio Veneto (Palestra Coni) – partenza carovana “Auto Storiche Villorba”
Ore 9.25: viale Vittorio Veneto (Palestra Coni) – partenza Hugbike
Ore 9.30: viale Vittorio Veneto (Palestra Coni) – partenza 15^ Treviso Marathon
Ore 9.45: Borgo Mazzini – partenza MoohRun 4
Ore 12.30: piazzale Burchiellati – premiazioni

EXPO RUN ED EXPO NATURA
Non solo corsa ma anche occasioni di convivialità, tra enogastronomia, slow food e prodotti tecnici. Treviso Marathon proporrà infatti un lungo weekend di “intrattenimento” per tutti i gusti. A fare da cuore pulsante di “Aspettando la Treviso Marathon” sarà piazza Borsa, location che ospiterà sia l’Expo Run che l’Expo Natura. Grazie al patrocinio della Camera di Commercio, lo spazio espositivo dedicato ai runner troverà accoglienza nella Sala Merci. Una ventina gli spazi a disposizione di maratoneti, accompagnatori e visitatori. In “mostra” venerdì 23 marzo dalle ore 12.00 alle 19.00 e sabato 24 marzo dalle ore 9.00 alle 19.00 stand tecnici (di abbigliamento e calzature, integratori, barrette energetiche, ecc.) e promozionali di varie maratone e corse italiane e stranieri.
In piazza ci sarà invece spazio per una ventina di stand che proporranno prodotti tipici (prodotti alimentari della panificazione caseari, enologici, salumi, spezie e sott’oli) provenienti da tutt’Italia. Arriveranno dalla Puglia (Andria), dalla Toscana, dalla Calabria, dalla Sardegna, dalla Lombardia (Valle Camonica), dal Veneto, dall’Umbria (zona Amatrice), dalla Liguria, dalla Sicilia, dalla Basilica, dall’Emilia Romagna e dal Trentino Alto Adige. L’Expo Natura, in collaborazione con Explicom, sarà aperto da giovedì 22 marzo a domenica 25 marzo compresa, dalle ore 9.00 alle ore 20.00.

PARTECIPANTI E VOLONTARI
Treviso è pronta ad accogliere quasi 4.000 atleti, tra Treviso Marathon e MoohRun. Oltre 900 invece i volontari impegnati, da mesi, per la manifestazione e che dovranno, con grande generosità, occuparsi di tante mansioni: dalla logistica della partenza alla striscionistica, dalla raccolta e consegna sacche alla carovana, dalla motostaffetta ai responsabili lungo il percorso, da coloro che si occuperanno di ristori e spugnaggi a coloro che prepareranno e consegneranno i pacchi gara, da coloro che si occuperanno di tutti i gonfiabili a coloro che gestiranno i top runner (Migidio Bourifa sta definendo la lista), dagli autisti a coloro che posizioneranno le indicazioni dei chilometraggi. E ancora i responsabili del ponte telefonico, della logistica all’arrivo, delle premiazioni, degli allestimenti e altro ancora. A loro e ai partner che sostengono la maratona trevigiana va un grazie speciale.

Contarina SpA a fianco della Treviso Marathon

Contarina SpA a fianco della Treviso Marathon e dei partecipanti di questa edizione sempre più sensibile alla sostenibilità: quella di quest’anno è una sfida in cui ecologia e rispetto dell’ambiente sono parole cariche di significato e di responsabilità. La corsa podistica della 15^ edizione è ancora più speciale per Contarina: infatti, non solo il nuovo tracciato unisce agli aspetti architettonici quelli paesaggistici del territorio – in particolare, il parco regionale del fiume Sile, con Alzaia e Restera – inoltre, si snoda lungo i Comuni gestiti dall’azienda trevigiana attiva nella progettazione e gestione di servizi per l’ambiente e di igiene urbana. Per l’occasione Contarina, sponsor tecnico dell’evento, sarà presente nei punti chiave del percorso con le proprie strutture appositamente allestite per intercettare e supportare la “raccolta differenziata” ad opera della macchina organizzatrice della TV Marathon e degli stessi podisti. L’attenzione da parte di tutti – organizzatori, maratoneti, cittadini e volontari – nel differenziare correttamente i rifiuti permetterà di gestire al meglio un evento così importante, avendo sempre a cuore la tutela e la cura del territorio.

La qualità di Sgambaro

Fondata nel 1947, l’azienda Sgambaro da sempre è concentrata nella produzione di pasta di qualità. Il sig. Sgambaro, presidente dell’azienda, ogni anno nel mese di giugno visita tutti gli agricoltori con cui intrattiene legami ventennali diretti, per verificare sul campo la qualità dei raccolti ed assicurarsi che tutte le procedure di controllo siano state rispettate. Da questo lavoro costante, deriva la Certificazione Grano Duro 100% Italiano, ottenuta dall’azienda nel 2003 e ad oggi unica nel suo genere. Tutto il grano viene poi macinato nel mulino dell’azienda, accorpato al pastificio, permettendole così di avere il presidio totale di una filiera cortissima.
Va specificato che è fondamentale per questo approccio corrispondere agli agricoltori la giusta ricompensa alla loro mansione, stimolandoli alla cura e alla ricerca della qualità e rendendo il loro lavoro remunerativo affinché lo possano ripetere nelle stagioni successive e garantire pertanto la costanza del livello qualitativo. Purtroppo negli anni questa attenzione si è andata un po’ a perdere e questo ha causato una diminuzione dell’interesse dell’agricoltore a seminare bene, visto il solo focus del mercato rivolto al prezzo. Il lavoro di Sgambaro è invece quello di mantenere vivo lo stimolo, con l’augurio che la qualità della pasta continui ad essere apprezzata dai suoi consumatori.
Da oltre 20 anni l’azienda ha poi virato la sua attenzione al mondo biologico, sviluppando questo tema in quanto legato al rispetto dell’ambiente e alla volontà di mangiare sano. Ha scelto di proporre i suoi prodotti bio alla grande distribuzione, per renderli accessibili a tutti e non relegarli ad un pubblico specializzato. Scelta che si è dimostrata vincente visti gli ottimi posizionamenti raggiunti dell’azienda negli anni.

Potrebbero interessarti anche...