NICOLETTA, FABIO E STEFANO, I NOSTRI TRE MOSCHETTIERI A NEW YORK

Si è corsa domenica una della gare più famose e popolari del pianeta, la Maratona di New York: la metropoli statunitense era salita, purtroppo, alla ribalta delle cronache, pochi giorni prima, per l’ennesimo attentato di matrice terroristica. Ma non si sono scoraggiati né gli organizzatori, né gli oltre 51.000 partenti che, domenica, tra misure imponenti si sicurezza hanno attraversato tutti i 5 distretti per tagliare il traguardo in Central Park. Tra gli oltre 3000 italiani al via, il contingente più numeroso al via, dopo i padroni di casa, anche tre atleti dell’AVIS Taglio di Po che hanno concluso i canonici 42 km e 195 metri tra il tripudio di un pubblico sempre molto numeroso e caloroso, tanto che qualcuno (il nostro presidente di qualche anno fa, Umberto Fabbri …) ha definito la maratona newyorkese “l’Olimpiade degli amatori”. Nicoletta Grossato, di Rosolina, che era sul posto anche i giorni dell’attentato, ha chiuso in 4h 48’, 02”: “una esperienza unica ed emozionante – ci dice Nicoletta – non ci sono molte parole per raccontarla, è una maratona che va corsa per capirne veramente il significato”. Chi, invece, aveva qualche velleità agonistica, soprattutto per portare a casa un buon tempo, era il portovirese Fabio Sarto che, infatti, era passato alla mezza sotto l’ora e 40’: “bellissima, toppe emozioni tutte assieme – ci racconta Fabio – all’inizio sono partito con un buon passo, poi ho pensato tra me e me “ma quando ti ricapita?”. Allora ho rallentato e mi sono gustato il momento salutando e ringraziando tutta quella gente venuta ad incitare tutti i partecipanti malgrado la pioggia! Non ho parole, mi sono venuti in mente i racconti di tutti gli amici del gruppo che avevano partecipato a questa manifestazione …” Con Sarto, comunque al traguardo sotto le 4 ore (3h 51’,37”) anche l’amico Stefano Groppo che ha concluso le sue fatiche in 4h 44’,33”. Per gli italiani anche la bella sorpresa, a livello assoluto, di Sara Dossena, sesta al traguardo dopo essere stata anche al quarto posto fino a poco dall’arrivo: per la Dossena ottimo anche il tempo finale, 2h 29’, 39’, sia per la durezza del percorso sia per il fatto che era al debutto sulla distanza. Un tempo che le è valso anche il primo posto tra le europee ed il posto per i Mondiali del 2018.

Potrebbero interessarti anche...