CHOUKRI – RICOTTA SIGILLI DI PRESTIGIO ALLA “4 PASSI”

Michele Veronese, Taglio di Po (Ro), 29 maggio

PRONTE LE CLASSIFICHE

LA PRIMA PARTE DEL BEL SERVIZIO FOTOGRAFICO DI DIGITAL VIDEO 3

PRONTA ANCHE LA SECONDA PARTE DI FOTO DI DIGITAL VIDEO 3

TUTTE LE FOTO DI GIANLUCA E AUGUSTO

Le prime tre assoluteLa pioggia arriva mentre gli organizzatore stanno già parlando dell’edizione del quarantennale davanti ad un aperitivo: è andata, così, in archivio, la 39ª “Quattro Passi per el Tajo”, la corsa podistica disputata ieri mattina a Taglio di Po che si conferma tra le più partecipate ed avvincenti del podismo polesano. Si parte come sempre dai più piccoli, prima con il tracciato di 600 metri per i ragazzi/e fino a dieci anni, poi con i 1500 metri per i più grandi. Nella A (fino ai 10 anni) vince Gabriele Lodo (Confindustria Rovigo) davanti al locale Paolo Zampieri, mentre nella corrispettiva femminile Elena Crepaldi (Podisti Adria) è seconda. Nella B (11-13 anni) argento per Thomas Sfriso (Salcus) e bronzo per Maicol Mozzato (AVIS Taglio di Po), nella E (11-13 anni) femminile terzo posto per Diletta Nonnato (AVIS Taglio di Po). Infine nella C (14-17 anni) Giorgio Lodo (Confindustria Rovigo)Record per Omar Choukri vince sul compagno di squadra Giovanni Suman e sul tagliolese Giovanni Nonnato. Ai ragazzi segue la gara competitiva di poco più di 9 km divisa in due giri, il primo un po’ più lungo di quello conclusivo. Le premesse, visti gli iscritti della vigilia, per la gara valida anche come terza tappa del circuito “Adriatic LNG” sono di alto livello: il trionfatore della passata edizione, il marocchino Omar Choukri, arriva a Taglio di Po con l’intento dichiarato di ripetersi, anche se sono parecchi gli avversari a contrastarlo. Al femminile sono almeno tre le pretendenti al successo, Giovanna Ricotta, Maurizia Cunico e Nadya Chubak. Il primo giro vede un Choukri in grande spolvero, con tutti gli altri a grandi distanze mentre, nel settore rosa, la vicentina Cunico passa davanti alla padovana Ricotta, ancora con una condizione non proprio ottimale. Nel finale Choukri da il tutto per tutto è passa il traguardo da trionfatore con il nuovo record della gara, un 27’,51” di tutto rispetto: alle sue spalle, molto distanziati, i connazionali Bazhar Taoufik (29’,18”) e Said Algà (29’,19”), mentre il “re delle ciaspole”, il bellunese Filippo Barizza (29’,24”) si aggiudica il quarto posto allo sprint sul portacolori della Salcus, Michele Bedin, che si conferma leader del circuito. Per i polesani ancora bene Luca Favaro conduce un folto gruppoAngelo Marchetta (Salcus) 6° e Luca Favaro, 8°. Nel settore femminile la Ricotta fa valere tutta la sua classe e la sua tenacia, rimontando nel secondo giro e andando a vincere in 34’,25” davanti alla pur brava Maurizia Cunico (Runners Team Zanè, 34’,33”) e all’italo ucraina Nadya Chubak (34’,58”). Non è più una sorpresa, invece, Sonia Brombin (Turristi Montegrotto) che dopo i primi posti nelle prime due tappe coglie un quarto posto di prestigio confermando la leadership dell’Adriatic LNG, andando a precedere due atlete di livello come la campionessa del gruppo locale, Viviana Zago e la ferrarese Serena Guagliata. Combattute pure le categorie veterani: conferma per i nati dal 1966 al 1957 per Sandro Verlich (Monselicensi) con il quinto posto di Lorenzo Andreose (Salcus). Copione già scritto tra gli “over 60” con l’ennesimo successo del big dell’AVIS Taglio di Po e l’ennesima piazza d’onore per il compagno di club, Ubaldo Zanetti. La Salcus si aggiudica anche quest’anno il trofeo per il gruppo più numeroso ritirando il premio dal consigliere AVIS Livio Murgia: al presidente onorario Giuseppe Scanavini la La consegna del premio fairplaytarga del Panathlon club di Adria, consegnata da Renzo Ferro alla figlia Sara, visto l’assenza di Giuseppe per problemi di salute. Tanti i complimenti dei partecipanti per l’organizzazione, curata dal gruppo podistico AVIS Taglio di Po, in collaborazione con l’amministrazione comunale e la locale sezione AVIS, un impegno ripagato dagli oltre 350 iscritti nella competitiva, dal centinaio di camminatori e da quasi 60 ragazzi nella mini. Rapide e sempre ben condotte da Mario Brusco le premiazioni dove erano presenti il sindaco di Taglio di Po, Francesco Ferro, l’assessore allo sport Doriano Moschini ed il direttore generale dell’Adriatic LNG Adriano Gambetta. Partono i piu piccoli

Potrebbero interessarti anche...